Bilancio Torino calcio 2016
Il presidente del Torino, Urbano Cairo (Insidefoto.com)

Bilancio Torino calcio 2016 – Il Torino chiude il bilancio ancora in utile, seppur in diminuzione rispetto al 2015. Il bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016 della società granata evidenzia infatti
un utile di Euro 1.391.789, in contrazione di circa 8 milioni rispetto ai 9,5 del bilancio di un anno fa. Si tratta, tuttavia, del quarto bilancio consecutivo chiuso in utile dal Torino di Urbano Cairo.

Bilancio Torino calcio 2016, il fatturato

Il valore della produzione ammonta a Euro 76,4 milioni (Euro 84,5 milioni nel 2015) e presenta un decremento di Euro 8,1 milioni rispetto al 2015: una contrazione dovuta alla diminuzione delle plusvlalenze (da 17,8 a 10 milioni) e dei  proventi legati alla partecipazione all’Europa League 2014/2015 per 4,4 milioni (0 nel 2016).

Bilancio Torino calcio 2016
I ricavi da stadio

Al netto delle plusvalenze e dei proventi correlati alla partecipazione all’Europa League nella stagione 2014/2015, il valore della produzione per la società granata si è incrementato di circa il 7%, da Euro 62,3 milioni ad Euro 66,4 milioni, principalmente per effetto dell’incremento dei proventi per la cessione dei diritti audiovisivi e dell’incremento dei ricavi da cessione temporanea dei diritti alle prestazioni sportive dei calciatori.

In particolare, i ricavi da diritti tv sono stati pari a 44,603 milioni di euro, in aumento di circa 1,9 rispetto ai 42,627 del 2015. Per quanto riguarda il player trading, le plusvalenze sono legate alle cessioni di Kamil Glik al Monaco (Euro 9.024mila) e Fabio Quagliarella alla Sampdoria (Euro 955 mila), mentre i prestiti di Nikola Maksimovic al Napoli e di Bruno Peres alla Roma hanno generato rispettivamente 6 milioni (con riscatto fissato a 20) e 1 milione (riscatto fissato a 12,5) di euro.

Bilancio Torino calcio 2016
Gli altri ricavi

I proventi da sponsorizzazioni sono pari a complessivi Euro 5.281 mila (Euro 5.622 mila nel 2015), mentre i proventi pubblicitari si decrementano di Euro 231 mila rispetto all’esercizio precedente. Per quanto riguarda i ricavi pubblicitari, il Torino informa che “è in essere un accordo di concessione con la Cairo Pubblicità S.p.A., società indirettamente controllata dalla controllante U.T. Communications S.p.A., per la vendita degli spazi pubblicitari a bordo campo e di pacchetti di sponsorizzazione promo-pubblicitaria. Il contratto di concessione pubblicitaria prevede la retrocessione al concedente di una percentuale (85%) dei ricavi conseguiti ed una commissione del 2% per le segnalazioni che abbiano dato origine a contratti conclusi direttamente dal Torino FCI”.

Bilancio Torino calcio 2016, i costi

I “costi della produzione” ammontano a Euro 73,7 milioni (Euro 69,7 milioni al 31 dicembre 2015) con un incremento di Euro 4 milioni rispetto al 2015 riconducibile principalmente ai costi del
personale, in particolare quelli relativi alle retribuzioni di calciatori e staff tecnico della prima squadra, e agli ammortamenti dei diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori che presentano rispettivamente un incremento di Euro 1,8 milioni e di Euro 2 milioni rispetto al precedente esercizio.

Per quanto riguarda i costi del personale, ammontano a Euro 42.816 mila (Euro 41.022 mila nel 2015). In particolare, i salari, stipendi e premi si riferiscono ai calciatori ed allo staff tecnico della prima squadra per Euro 36.618 mila (Euro 35.161 mila nel 2015) ai calciatori ed allo staff tecnico del settore giovanile per Euro 1.683 mila (Euro 1.448 mila nel 2015) e ai dipendenti della struttura per Euro 2.266 mila (Euro 2.143 mila nel 2015).

Bilancio Torino calcio 2016
I costi del personale

La voce “diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori”, pari ad Euro 46,6 milioni, si è incrementata di Euro 6,5 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 per effetto degli investimenti di periodo (Euro 24,1 milioni), dei disinvestimenti (Euro 4,2 milioni) e degli ammortamenti (Euro 13,4 milioni).

Gli investimenti del periodo, pari ad Euro 24,1 milioni, sono principalmente riconducibili alle acquisizioni dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori Adem Ljajic (Euro 9,3 milioni), Mirko Valdifiori (Euro 3,4 milioni), Lorenzo De Silvestri (Euro 3,5 milioni), Lucas Boyé (Euro 2,7 milioni), Luca Rossettini (Euro 2 milioni), Sasha Lukic (Euro 1,7 milioni) e Samuel Gustafson (Euro 0,6 milioni).

Bilancio Torino calcio 2016, risultato netto

Il margine operativo lordo (EBITDA), pari a positivi Euro 17 (Euro 27,4 milioni nel 2015), si decrementa di Euro 10,4 milioni rispetto all’esercizio precedente principalmente per effetto del decremento dei ricavi ed è inoltre impattato negativamente da maggiori costi del personale per Euro 1,8 milioni.

Bilancio Torino calcio 2016
Andrea Belotti esulta dopo un gol con il Torino (Foto: Insidefoto.com)

Il margine operativo netto (EBIT), pari ad Euro 2,7 milioni (Euro 14,9 milioni nel 2015) si decrementa di Euro 12,2 milioni rispetto all’esercizio precedente anche per effetto dell’incremento degli ammortamenti dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori legato agli investimenti effettuati nell’esercizio 2016 e nel corso dell’esercizio precedente. La differenza tra valore e costi della produzione da 14,8 a 2,7 milioni di euro, portando ad un risultato netto (dopo le tasse) in positivo per 1,3 milioni di euro.

Bilancio Torino calcio 2016, le operazioni nel 2017

Nel corso del 2017 il Torino ha già effettuato numerose operazioni, soprattutto per quanto riguarda i calciatori: tra gli acquisti vanno segnalati Yago Falque (5,8 milioni alla Roma), Vanja Milinkovic-Savic (2,6 milioni alla società polacca Lekia Goansk) e Lyanco Evangelista Silveira (6 milioni alla società brasiliana Sao Paulo FC); per quanto rigurda le cessioni, la società granata ha già incassato quasi 7 milioni di plusvalenze, derivanti dalle cessioni di Joseph Martinez all’Atlanta United (per 5 milioni di dollari, plusvalenza di 3,5 milioni) e al riscatto di Pontus Jansson da parte del Leeds United per 3,8 milioni (plusvalenza di Euro 3,3 milioni).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here