fiorentina bilancio 2016
(Foto Insidefoto.com)

Fiorentina bilancio 2016 – Bilancio ancora in rosso per la Fiorentina, ma il club della famiglia Della Valle riduce il rosso anche in chiave Fair Play Finanziario. I viola infatti hanno chiuso il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2016 con una perdita di 2,7 milioni, in netta diminuzione rispetto al -15,5 del bilancio 2015.

“Un miglioramento che dimostra concretamente la determinazione e la capacità della Fiorentina nel dare attuazione alle indicazioni del Comitato UEFA sul Fair Play finanziario”, si legge all’interno della “Relazione sul Bilancio” della società toscana.

Fiorentina bilancio 2016, i ricavi

Un miglioramento del risultato netto determinato anche da un leggero aumento del fatturato, passato da 132,1 a 135,4 milioni di euro.

Fiorentina bilancio 2016

Più in dettaglio, per quanto attiene alle singole voci di conto economico, i “Ricavi da gare” sono stati pari € 8,7 milioni, in diminuzione di circa il 34% rispetto all’esercizio precedente, calo dovuto al minor numero di gare disputate. In aumento invece io “Ricavi per cessione dei Diritti di trasmissione”, pari a € 54,9 milioni (+,8,4 milioni) e i “Ricavi da sponsorizzazione, pari a € 7,8 milioni (+24% rispetto all’anno scorso, dovuto in particolar modo al contratto di sponsorizzazione con Vorwerk) a partire dalla stagione sportiva 2016/2017.

Fiorentina bilancio 2016In diminuzione i “Ricavi da competizioni Uefa”, pari a circa € 13,8 milioni (-3 milioni circa a causa dell’eliminazione in Europa League ai sedicesimi), così come gli altri proventi (14,6 milioni, -1,6 milioni rispetto al 2015 per i minori ricavi relativi ai diritti non audiovisivi distribuiti dalla Lega Calcio).

 La “Gestione operativa netta calciatori”, derivante dal saldo tra plusvalenze e minusvalenze generate, è positiva per € 27,9 milioni, evidenziando un sostanziale allineamento al saldo dello scorso esercizio (con un lieve peggioramento di circa € 0,8 milioni rispetto al 2015). Tra le plusvalenze, da segnalare i 22,1 milioni incassati dalla cessione di Marcos Alonso al Chelsea.

Fiorentina bilancio 2016

Inoltre, la Fiorentina ha avuto modo di incassare anche circa 5 milioni di euro di bonus, di cui 2,2 milioni dal solo Atletico Madrid, grazie ai bonus inseriti nel contratto di cessione di Savic.

Fiorentina bilancio 2016

Fiorentina bilancio 2016, i costi

La situazione dei costi evidenzia una diminuzione del “Costo del Personale” (pari a € 5,8 milioni) determinata dalle componenti fisse delle retribuzioni dei calciatori in conseguenza dei risultati sportivi, una diminuzione dei ”Costi per servizi” (pari a € 2,6 milioni) dovuta quasi interamente a minori oneri per intermediazioni corrisposti, e a minori costi sostenuti per le trasferte.

Fiorentina bilancio 2016

Per quanto riguarda gli “Altri costi”, tale voce si contrae di circa € 3,6 milioni rispetto all’esercizio 2015, variazione quasi interamente riferibile ai minori costi per i bonus passivi sul trasferimento di calciatori (risparmio di spesa pari a € 2,2 milioni), e ai minori costi per le acquisizioni temporanee dei calciatori stessi (pari a €0,8 milioni).

Fiorentina bilancio 2016

I costi operativi sono dovuti principalmente all’incidenza delle spese per il personale pari ad € 72,9 milioni, che rappresentano circa il 70,4% dei ricavi totali. Nell’esercizio precedente le spese per il personale erano pari a € 78,8 milioni e rappresentavano il 76,5% dei ricavi totali.

Fiorentina bilancio 2016

In particolare, i compensi contrattuali sono stati pari a 46,1 milioni di euro, in diminuzione di circa 7,6 milioni rispetto al 2015: in compenso, sono aumentati i premi legati ai risultati corrisposti ai giocatori, passando da 9,9 a 14 milioni di euro. Gli ammortamenti sono pari a € 28,7 milioni con una diminuzione di circa € 0,7 milioni rispetto all’esercizio precedente.

La differenza tra valore e costi della produzione è risultata così pari a -2,1 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto al -12,7 del 2015. Al netto delle imposte, il risultato netto dell’esercizio è risultato in rosso per 2,7 milioni di euro, contro il -15,5 milioni di euro del bilancio chiuso al 31 dicembre 2015.

Fiorentina bilancio 2016, il Fair Play Finanziario

Risultato che basta per essere in linea con il Fair Play Finanziario, secondo quanto riporta la Fiorentina. «L’ammissione alle competizioni europee per la stagione 2017/2018 è permessa – si legge nel bilancio viola – qualora il valore massimo della perdita consentita negli esercizi considerati (ultimo triennio relativo agli anni 2014, 2015 e 2016), purché coperta mediante apporto di capitali, sarà al massimo di € 30 milioni».

«La Società – prosegue la società nel documento – può però considerare nel conteggio anche i risultati degli esercizi precedenti, di conseguenza anche il risultato positivo conseguito dalla Società negli esercizi 2012 e 2013 pari a complessivi € 19,5 milioni.Conseguentemente il risultato complessivo dei quattro anni considerati, determina un dato aggregato totale negativo di € 19,8 milioni, posizionato quindi all’interno dei parametri stabiliti dalle norme del Fair Play Finanziario (limite massimo € 30 milioni)».

Fiorentina bilancio 2016Secondo i dati riportati dalla società, quindi, la Fiorentina resta in equilibrio per quanto riguarda i conti ai fini del Fair Play Finanziario.