libro maradona processo evasione fiscale
Diego Armando Maradona (Insidefoto)

Napoli vota a a favore della cittadinanza onoraria per Diego Armando Maradona, battuta la linea della giunta guidata da Luigi de Magistris che avrebbe voluto stoppare l’ordine del giorno bipartisan e approvato proprio grazie a una spaccatura all’interno della maggioranza. Niente da fare per l’ex pm che dovrà adesso mettere in agenda un incontro con il Pibe de Oro per conferirgli il celebre riconoscimento. Il documento bipartisan – di cui sono firmatari i consiglieri Lanzotti (FI), Buono e Gaudini (Verdi) – è stato votato ampiamente dal consiglio e “impegna il sindaco ad attribuire a Maradona la benemerenza della cittadinanza onoraria quale riconoscimento dell’impegno e dell’amore per Napoli manifestati nei risultati sportivi che hanno reso onore alla città”.

Il sindaco de Magistris aveva provato a stoppare la corsa dell’ordine del giorno provando a rinviare in commissione Sport la discussione sulla cittadinanza onoraria di Napoli a Maradona. Ma anche su questo la giunta è stata battuta. La proposta di rinvio avanzata dall’assessore allo Sport, Ciro Borriello, per “costruire un percorso che coinvolga anche i tifosi e i cittadini e per evitare divisioni inutili sulla figura di Maradona uomo e Maradona calciatore” è stata respinta con 20 voti contrari, 5 favorevoli e 8 astenuti.

Dopo il no al rinvio dell’assise è arrivato il voto sul documento complessivo, con al centro la richiesta di onorare la figura del campione più rappresentativo della storia calcistica napoletana con la cittadinanza onoraria. A proporre l’odg – come accennato – sono stati consiglieri di maggioranza e opposizione, perché se la politica divide la passione per il calcio e le gesta di Maradona – non c’è dubbio – unisce. L’odg è stato approvato con 26 voti favorevoli, 4 contrari e 5 astenuti. Un successone.

Intanto proprio in questa settimana il Napoli giocherà contro il Real Madrid nel ritorno degli ottavi di finale di Chmpions League e al San Palo (sugli spalti) sarà presente anche lo stesso Maradona, protagonista dell’unico precedente ufficiale tra i due club del 1987, trent’anni fa precisi. Il remake di quella celebre sfida si terrà mercoledì 9 marzo 2017 e il Napoli dovrà ribaltare il 3 a 1 subito all’andata giocata a Madrid una manciata di settimane fa. Saranno presenti allo stadio 56 mila spettatori, per un incasso da 4,4 milioni di euro. Il secondo più ricco della storia.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here