Qatar Airways pensa di dare il nome al Camp Nou

Dopo le prime anticipazioni diffuse nei mesi scorsi in merito al restyling del Camp Nou, ora il Barcellona ha diffuso un comunicato in cui vengono indicate quali saranno le caratteristiche della nuova struttura. L’impianto, già uno dei più grandi effascinanti al mondo, si prepara a diventare ancora più ampio in grado di ospitare 105 mila spettatori.

A spiegare meglio le caratteristiche del progetto è stato lo studio Nikken Sekkei + Pascual i Ausió Arquitectes, che ha indicato la volontà di realizzare uno stadio eco-sostenibile e facilmente accessibile: “Lo stadio che proponiamo si distingue per essere aperto, elegante, sereno, con uno stile mediterraneo senza tempo e democratico. Sarà notevole anche  per il suo rapporto con l’ambiente, darà profondità e creerà ombre. La proposta presenta un tentativo innovativo di intervenire nell’ambiente per facilitare la circolazione e raggiungere diversi utilizzi urbani del Campus Barça e garantisce una struttura solida e sicura”.

Il club blaugrana ha voluto spiegare meglio anche quali saranno i cambiamenti più rilevanti rispetto al Camp Nou attuale: “Intendiamo recuperare l’eccellenza con uno stadio per circa 105.000 spettatori con comfort e servizi moderni. La facciata sarà aperta, con ingressi protetti da gronde spioventi. Il nuovo Camp Nou sarà perfettamente integrato nel Campus Espai Barça, con un livello di accesso alla strada tutto intorno allo stadio, che sarà uno spazio integrato e aperto per la città. Sarà uno stadio sostenibile, intelligente e verde, con raccolta d’acqua ed energia solare“.

Secondo le tempistiche previste, i lavori dovrebbero iniziare il prossimo anno per terminare nel 2021. E’ prevista inoltre anche l’introduzione di un tetto per coprire il terreno di gioco in caso di maltempo.

L’investimento previsto per l’ampliamento del Camp Nou è pari a 600 milioni di euro, ma il club ha intenzione di saldare in parte questa cifra attraverso uno sponsor a cui affidare i naming rights dello stadio.