Inter cessione Suning, sono ore importanti in casa nerazzurra. Proseguono, infatti, le trattative per la cessione del club milanese al gruppo cinese.

Un affare che, nonostante le smentite di rito, nelle ultime ore ha subito una brusca accelerata. Come vi abbiamo già raccontato, la trattativa è passata da una cessione del 20% delle quote a una per il passaggio del 70% della società nerazzurra. Una svolta improvvisa, degli ultimi giorni. Ma non certo indesiderata, visto che il patron Erick Thohir ha aperto alla cessione di una parte delle sue quote. E i discorsi tra le parti proseguono spediti.

Talmente spediti che entro il weekend una delegazione interista guidata dallo stesso presidente nerazzurro, insieme ai vertici del club (il Ceo Boligbroke, il dg Gardini e il direttore commerciale Gandler, mentre il Cfo Williamson è già in Cina) è pronta a partire per Nanchino per mettere in nero su bianco la trattativa. Un blitz già per chiudere: stando al Reuters, infatti, la firma e l’annuncio ufficiale potrebbero arrivare già domenica, o comunque nei primi giorni della prossima settimana.

L’affare, e ve lo abbiamo già raccontato, non cambierebbe nessun aspetto dal punto di vista del Fair Play Finanziario, con l’Inter che non potrebbe darsi alle pazze gioie. E il club nerazzurro, come riportato da SportMediaset, ripartirebbe da Roberto Mancini: il tecnico ha confermato di voler rimanere a Milano. Tanto che si è incontrato nelle ultime ore con il ds Ausilio e il dg Gardini a Bologna per programmare insieme le mosse in vista della prossima stagione. E un primo colpo è già arrivato, visto che oggi è stato ufficializzato l’accordo con il terzino turco Caner Erkin, che ha firmato con l’Inter un triennale da circa 2 milioni di euro.