Ibrahimovic Napoli – Nei giorni scorsi si è sempre fatta più insistente la voce che voleva Zlatan Ibrahimovic come prossimo centravanti del Napoli nel caso in cui Gonzalo Higuain avesse deciso di lasciare la squadra al termine della stagione in corso.

Come molti sanno lo svedese dal prossimo luglio sarà svincolato e quindi libero di cercare la sistemazione che ritiene migliore. Nonostante i 34 anni di età Ibra è ancora un pezzo pregiato del mercato e alla notizia che non arriverà nessun rinnovo con il PSG molti club hanno iniziato ad avanzare proposte di ingaggio. Si parla di milionarie offerte dalla Cina (le indiscrezioni dicono 75 milioni a stagione!) e dagli Emirati Arabi, mentre per restare in Europa la pista Manchester United sembra essere quella più accreditata.

Dall’Italia è anche rimbalzato l’ulteriore rumour: Ibrahimovic al Napoli.

ibrahimovic napoli sportmediaset
Ibrahimovic Napoli, le indiscrezioni riportate da Sport Mediaset

Ma può il club partenopeo, al momento attuale, permettersi un giocatore con l’ingaggio dello svedese?

L’ultimo bilancio depositato dal patron De Laurentiis (bilancio al 30 giugno 2015, che si riferisce pertanto alla stagione sportiva 2014-2015) evidenziava una perdita netta di 13 milioni, in parte dovuta alla contrazione del fatturato per la mancata qualificazione alla Champions League ed in parte dovuta alle mancate plusvalenze da alienazione calciatori che in passato, basti pensare alle cessioni di Lavezzi prima e di Cavani poi, avevano portato un notevole beneficio alla struttura dei conti partenopea.

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis

Inserire dunque Ibrahimovic nella squadra di mister Sarri ceteris paribus sarebbe quasi impossibile, anche considerando l’aumento dei ricavi nella stagione 2016/17 legato alla (molto probabile) qualificazione in Champions League. Il Napoli, infatti, non può permettersi ulteriori uscite alla voce “costo del personale tesserato” poiché sforerebbe quel 70% di rapporto fatturato/costo del personale tesserato che è anche uno dei parametri del FFP.

Ma dall’Inghilterra, sempre nei giorni scorsi, è rimbalzata un’altra voce: Chelsea e Manchester United sarebbero pronte a versare interamente al Napoli il valore della clausola rescissoria (94 milioni) del pipita per portarlo in Inghilterra.

Il giocatore, che attualmente sta vivendo la migliore stagione della carriera, è in corsa per la “Scarpa d’Oro” e punta a superare il record delle 33 reti in una stagione regolare detenuto da Angelillo e vecchio di quasi 60anni, potrebbe essere tentato da un’avventura oltremanica.

L’argentino, acquistato nell’estate del 2013 per la cifra di 37 milioni di Euro, percepisce circa 5,5 milioni netti a stagione (11 milioni di Euro lordi).

Considerando che il Napoli non calcola gli ammortamenti in modo lineare (concentra il peso maggiore nei primi tre anni di contratto), il peso a bilancio di Higuain sarà minimo: pagato 37 milioni nell’estate 2013, il valore dell’argentino è stato ammortizzato per 14,8 milioni nel bilancio 2014, 11,1 nel bilancio 2015, 7,4 nel bilancio in corso.

Costo storico 37.000.000
Amm.to 2013-2014 14.800.000
Amm.to 2014-2015 11.100.000
Amm.to 2015-2016 7.400.000
Valore di Carico Residuo 3.700.000

Tabella 1: Valorizzazione Higuain nel bilancio SSC Napoli.

La cessione del pipita potrebbe dunque aprire la strada all’arrivo di Zlatan?

Apparentemente si, almeno dal punto di vista meramente contabile. Considerando il fatto che Higuain ha un costo aziendale (ingaggio lordo + ammortamento) annuo di 19 milioni di Euro, si libererebbero risorse tali da poter permettere l’arrivo di Ibrahimovic. Lo svedese arriverebbe a parametro zero e guadagnerebbe circa 8 milioni di Euro a stagione (quindi 16 lordi complessivi).

Tuttavia a livello aziendale potrebbero essere fatti altri ragionamenti.

Il primo riguarda l’età dei due giocatori: Higuain è un classe 1987 che è dunque nel pieno della sua carriera, mentre Ibrahimovic è un classe 1981, ancora decisivo ma che, come per stessa ammissione dello svedese, vuole giocare ai massimi livelli per un paio di stagioni prima di ritirarsi.

Gonzalo Higuain, sponsor capocannonieri in Europa
Ibrahimovic Napoli, solo se dovesse partire Gonzalo Higuain

Il pipita, nonostante sia stato acquistato per la considerevole cifra di 37 milioni di Euro, dopo sole tre stagioni, potrebbe essere rivenduto a quasi a tre volte tanto. È innegabile che la plusvalenza che si genererebbe dalla sua cessione, permetterebbe alla società del presidente De Laurentis di avere ampi margini di manovra nella prossima sessione di calciomercato per innestare quelle pedine che mister Sarri fortemente desidera.

Prezzo di Cessione 60 70 80 85 90 94
Valore di carico 3,7 3,7 3,7 3,7 3,7 3,7
Plusvalenza* 56,3 66,3 76,3 81,3 86,3 90,3

Tabella 2: Simulazione plusvalenza cessione Higuain.

* Plusvalenza = Prezzo di Cessione – Valore di Carico Residuo. (dati in milioni di Euro)

Ibrahimovic è sicuramente ancora decisivo per quanto riguarda il suo contributo alla squadra in termini di goal, assist e anche personalità e carisma, ma al termine del contratto con il Napoli avrebbe 37 anni e dunque senza appeal dal punto di vista di un successivo trasferimento. È vero che lo svedese arriva a parametro zero, ma se ne andrebbe anche a parametro zero: nella valutazione dell’investimento sarebbe dunque da considerare solamente l’ingaggio pagato.

1 COMMENTO

  1. Una società seria in un Paese serio investirebbe buona parte del ricavato della sicura cessione di Higuain nella costruzione di uno stadio di proprietà. Ho paura invece che questi soldi verranno dilapidati per l’acquisto di giocatori all’ultima spiaggia, bidoni d’oro, mezze calzette pompate dai loro rispettivi procuratori ecc…Un’altra occasione mancata per Napoli e per il Napoli per fare un effettivo salto di qualità.