“Per noi l’importante era pubblicare un bando aperto, senza vincoli, per assegnare l’esclusiva alla migliore offerta”. Lo ha scritto questa mattina il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, su Twitter all’interno del dibattito sul suo ruolo nel caso Infront rilanciando la discussione aperta da un articolo di CF – Calcioefinanza.it

“La modifica del bando – aggiunge Abodi in un secondo tweet di risposta – ha ripristinato questi presupposti, consentendo alla Lega di aumentare i ricavi. Tutto qui”.

Il presidente è intervenuto in merito al suo ruolo nella vicenda sull’assegnazione dei diritti tv di serie B in cui secondo quanto ricostruito nell’indagine sul ruolo dell’advisor di Infront e dei vari soggetti interessati, proprio lui avrebbe imposto il cambiamento rispetto ad un bando che inizialmente appariva come sbilanciato per favorire Mediaset rispetto a Sky nella trasmissione della serie B.

Il presidente della Lega di Serie B esce quindi allo scoperto con un metodo abbastanza inusuale, ma che non si può non apprezzare per l’apertura, l’immediatezza e la trasparenza che emergono, soprattutto in questo tipo di vicende, e lui stesso chiude con un terzo messaggio in cui aggiunge: “Per chi ha un ruolo è doveroso rispondere. E a me fa anche piacere”.

 

PrecedenteSilva: “I diritti esteri di Serie A? Offrii il 30% in più del secondo”
SuccessivoCessione Milan, Berlusconi va oltre Bee: “Trattiamo anche con altri”
Un bresciano a Manchester. Tra giornalismo economico e football scouting