Stadi vuoti, la Serie A è il campionato con gli impianti più vuoti d’Europa. Un dato stabile, rispetto all’anno scorso, ma che continua a sottlineare la distanza rispetto agli altri tornei continentali. E non è una differenza di poco conto.

Quarta (su cinque) come media spettatori, quinta come percentuale di riempimento: questa è la situazione attuale della Serie A rispetto a Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1. La media è in crescita dopo due anni di calo, toccando quota 22255 spettatori per ciascuna gara. Numero per nulla eccezionale, soprattutto se si considera che soltanto in Francia vanno meno persone allo stadio (20344 a partita), mentre con gli altri campionati la differenza è netta: in Spagna la media è di 28596, in Inghilterra 36465 e in Germania 43638, con quest’ultima che quasi ci doppia. Ma a preoccupare non deve essere tanto la media, quanto piuttosto un altro numero: la percentuale di riempimento.

Stadi vuoti, il confronto tra i top-5 campionati d'Europa
Stadi vuoti, il confronto tra i top-5 campionati d’Europa

L’Italia, anche qui, insegue. Ed è il dato più preoccupante: gli stadi della Serie A sono vuoti al 46% (o pieni al 54%, dipende da come vedete il bicchiere), una percentuale decisamente inferiore rispetto a quella degli altri tornei. In questa speciale classifica regna, come ovvio, la Premier League (96%), inseguita da Bundesliga (93,1%), Liga (71,9%) e Ligue 1 (70%). E per il nostro campionato è un numero che continua a peggiorare, visto che nel 2013/14 la Serie A aveva una percentuale del 54,6% e l’anno scorso del 54,1%. Scelte illogiche, stadi vecchi e mal tenuti, partite giocate in orari e date rivedibili: tutto questo ha portato ad una situazione quasi imbarazzante rispetto al resto d’Europa.

Stadi vuoti, la situazione della Serie A

Basti pensare che nella massima serie tricolore soltanto Juventus (90%), Udinese (80,9%, anche grazie ai lavori nel nuovo Friuli che hanno ridotto la capienza), Frosinone (74,2%) e Torino (70%) superano il 70% di riempimento. Per il resto, anche l’Inter, che ha una media di tutto rispetto (50556 spettatori a partita, tra le più alte d’Europa) non va oltre il 62,2%, così come non superano il 65% Fiorentina (61,8%) e Napoli (63,8%), stando alle squadre che stanno andando meglio in questo campionato.

Stadi vuoti, la situazione in Serie A
Stadi vuoti, la situazione in Serie A

Chi fa peggio in assoluto sono Chievo (30,3%) e Lazio (30,4%), con quest’ultima alle prese con i problemi tra tifosi e società. Così come risentono del difficile rapporto tifoseria-club anche Milan (42,4%) e Roma (48%), oltre ai risultati che non sembrano accontentare il pubblico. In generale, una situazione non certo delle più positive: la Serie A deve ripartire dagli stadi, anche perché i vantaggi per le società non mancano.

2 COMMENTI

  1. trasmettere tt le partite di serie A è deleterio x la presenza allo stadio….ammettere l’errore e cambiare trasmettendo solo le principali partite in pay-tv obbligando ad andare a vedere le altre partite allo stadio…sia x la Serie A che per la Serie B

  2. trasmettendo tt le partite in tv si perdono spettatori anno dopo anno…e ora sono desolanti sia in A che in B…..bisogna trasmettere solo le principali partite di calcio in pay-tv come in Premier League così torneranno a riempiersi gli stadi e anche le casse nei match day

Rispondi a luca Cancella risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here