Galliani fondi Serie A
Adriano Galliani (Insidefoto.com)

Serata di festa per il settore giovanile del Milan nonostante il momento piuttosto altalenante che sta attraversando la prima squadra guidata da Sinisa Mihajlovic: i ragazzi di tutte le squadre rossonere, infatti, si sono ritrovati per celebrare il Natale in arrivo presso il Metropol di Dolce&Gabbana di Milano. L’amministratore delegato Adriano Galliani non ha quindi voluto mancare a questo appuntamento e ha innanzitutto cercato di rassicurare tutti i presenti sulla possibilità di poter vedere ancora ai vertici la formazione rossonera: “Siamo ancora il club più titolato e sicuramente torneremo a vincere come sempre abbiamo fatto”.

Il dirigente milanista ha quindi voluto sottolineare quanto l’attenzione per il vivaio possa essere determinante anche per il Milan del futuro, anche se già da ora si iniziano a vedere diversi segnali positivi come dimostra il recente impiego tra i pali di Gianluigi Donnarumma, diventato titolare a solo sedici anni: “La prima squadra viene alimentata dal settore giovanile ogni anno che passa sempre di più. L’anno scorso avevamo De Sciglio, Abate e Antonelli e quest’anno si sono aggiunti Gigio Donnarumma che è ’99 e Davide Calabria che è un dicembre ’96. Siete la linfa vitale di questa società. So che fate una vita difficile, voglio ringraziare i genitori. Voi ragazzini state facendo qualcosa di straordinario, so la vita tutta di corsa che fate. Torneremo a vincere ancora”.

All’evento hanno partecipato anche il tecnico della prima squadra, Sinisa Mihajlovic, oltre ad alcuni giocatori cresciuti nel vivaio rossonero come Gigi Donnarumma, Luca Antonelli, Ignazio Abate e Davide Calabria (assente Mattia De Sciglio perché impegnato a “curare la caviglietta”, ha spiegato Galliani). Non potevano mancare anche alcuni celebri ex che con la maglia del Milan hanno vinto tutto, ma che hanno mosso i primi passi in maglia rossonera proprio partendo dalle giovanili, come Demetrio Albertini, Alessandro Costacurta, Franco Baresi e Cristian Brocchi, attuale tecnico della Primavera. Nei giorni scorsi Albertini e Costacurta non avevano risparmiato critiche alla gestione societaria dei rossoneri e in modo particolare all’operato di Adriano Galliani, ma in questa occasione hanno preferito evitare ogni tipo di polemica. Assente invece Paolo Maldini (entrambi i suoi figli militano nel vivaio milanista), che però non ha declinato l’invito, a differenza dell’anno scorso.