Il mondo televisivo dal pay al chiaro è in grande fermento. L’ultimo movimento sul mercato italiano è quello di Vodafone che stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore sarebbe in procinto di lanciare una sua tv.

Doppio step: Inghilterra prima, Italia a seguire. Tutto da fare nei prossimi sei mesi, da qui a giugno. La piattaforma è stata messa a punto dall’americana Kaltura e in Italia sarebbero partiti i test in amiente controllato.

Il top box avrà un ingresso per il digitale terrestre e uno per la fibra. Darà accesso a offerte on demand sia libere che a pagamento con una interfaccia da smart tv simile a quella di Netflix.

Proprio Netflix dovrebbe essere tra i primi a stringere accordi commerciali con Vodafone nell’intento di allargare il proprio bacino d’utenza.

Al momento Vodafone in Italia conta 2,3 milioni di clienti di rete fissa e 1,9 milioni di banda larga). L’obiettivo ora è quello di far crescere la fibra facendo leva anche sui 24,7 milioni di clienti del mobile.

La novità punta anche a dare una scossa ad un mercato che non cresce. In Inghilterra gli abbonati Sky e Virgin Media sono fermi a 14 milioni dal 2010 in UK mentre sono cresciuti gli utenti dei servizi on demand come Amazon Prime, Now Tv e Netflix: da 0 a 6 milioni negli ultimi 3 anni così come sono arrivate a 2 milioni le offerte TalkTalk e BT.

In Italia come noto Sky ha perso 58 mila clienti negli ultimi due trimestri ma rimanendo intorno ai 4,7 milioni di abbonati. Mediaset invece è arrivata a 1,9 milioni ma allo stesso tempo sta facendo offerte commerciali al ribasso per allargare la base. E nel frattempo è arrivato Netflix.