La soluzione del ricorso Inter Sunderland legato alla posizione di Ricky Alvarez si avrà solo a gennaio. Nel frattempo, tuttavia, la FIFA ha dato il via libera al giocatore che a gennaio potrà trovarsi una nuova squadra.
Carlos Alvarez, padre del giocatore e suo agente, ha infatti anticipato a Diario Hoy che “Ricky non ha nulla e potrebbe giocare già dal prossimo weekend se fosse necessario. Aveva un contratto con l’Inter ma la Fifa ha accolto il ricorso e a dicembre, quando si aprirà il mercato degli svincolati, potrà trattare e firmare con qualsiasi club in assoluta libertà“. I rumors parlano di un interessamento del Club America, altri dell’MLS.
L’Inter prende quindi i soldi della clausola da 10,5 milioni di euro di ricatto obbligatorio?
E’ ancora presto per dirlo. Papà Alvarez parla del ricorso di Ricky che ha chiesto di poter tornare a giocare indipendentemente da come andrà a finire la vicenda Inter-Sunderland. Ovvero: non essendo i due club intenzionati a farlo giocare Alvarez ha chiesto di poter essere considerato libero e tesserabile da chiunque. E la FIFA gli ha dato ragione. Quindi per lui la prossima finestra di mercato sarà quella del ritorno in attività.
Il Sunderland si era appigliato al fatto che  le condizioni fisiche di Alvarez non lo avrebbero reso idoneo.
In molti, a questo punto, stanno supponendo che crollando di fatto l’impianto su cui si è basato il Sunderland anche il ricorso dell’Inter che chiede il rispetto dell’accordo possa essere presto accolto.
Un nuovo tesseramento di Alvarez e il conseguente suo utilizzo dimostrerebbe il positivo stato di salute, quindi il venir meno – come detto – della tesi Sunderland.
L’Inter naturalmente non sta lavorando solo su questo aspetto visto che al di là delle condizioni vi era nel contratto una clausola legata alla salvezza del Sunderland (che si è verificata).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here