Elezioni FIFA, anche il nigeriano Odegbami correra' per la presidenza

Elezioni FIFA, si arricchisce il parterre dei pretendenti alla successione di Sepp Blatter alla presidenza. Ultimo in ordine di tempo l’ex capitano della Nigeria, Segun Odegbami, oggi 63enne, che ha…

nuovo stadio friuli 4

Elezioni FIFA, si arricchisce il parterre dei pretendenti alla successione di Sepp Blatter alla presidenza. Ultimo in ordine di tempo l’ex capitano della Nigeria, Segun Odegbami, oggi 63enne, che ha annunciato oggi l’intenzione di correre per le elezioni del 26 febbraio prossimo e per le quali hanno finora gia’ annunciato la candidatura il presidente dell’Uefa, Michel Platini, il sudcoreano Chung Mong-joon, azionista di maggioranza della Hyundai ed ex vicepresidente Fifa (1994-2011) e Musa Bility, presidente della Federcalcio liberiana.

Il mondo del calcio internazionale sta vivendo una grave crisi e ha bisogno di una nuova linfa dirigente – ha detto Odegbami alla stampa nigeriana annunciando la candidatura – e penso che abbia la possibilita’ di voltare pagina”. Per formalizzare la candidatura alla presidenza della Fifa c’e’ tempo fino a fine ottobre e i potenziali candidati devono essere sostenuti da almeno cinque federazioni calcistiche nazionali. L’elezione e’ in programma il 26 febbraio a Zurigo.

Oltre al vice presidente FIFA, a Platini e all’ex calciatore della Nigeria, concorreranno alla presidenza anche il principe Ali di Giordania e Zico. 

Insomma, una sfida ardua per i sei candidati che, per aggiudicarsi le elezioni dovranno contare sull’appoggio di cinque federazioni nazionali.

Per questo motivo, dei cinque candidati per la presidenza FIFA, il più avvantaggiato è il presidente della UEFA, Michel Platini, che al momento può contare sull’appoggio già di tre Paesi: Russia, Italia e Germania. C’è da tener conto che, il numero uno della Uefa, potrà contare anche sull’appoggio della Confederazione Asia.

C’è inoltre da considerare un altro fattore importante che potrebbe condizionare, a favore del presidente della UEFA, le elezioni del prossimo 26 febbraio: l’appoggio dell’Adidas.

Finora i rapporti tra l’azienda tedesca di abbigliamento sportivo e la UEFA sono sempre stati ottimi e, nel caso in cui Platini dovesse diventare il nuovo presidente della FIFA, il prossimo presidente della UEFA potrebbe essere Wolfgang Niersbach, presidente della Federcalcio tedesca.

In questo modo, i rapporti tra l’Adidas e le due organizzazioni calcistiche si rinforzerebbe ulteriormente, consentendo così all’azienda tedesca di poter agire liberamente dal punto di vista del marketing nell’ambito di entrambe le partnership commerciali.