Adidas, mai come questa volta, il premio Uefa “Best Player 2014 – 2015″ avrà una grande importanza nella lotta con la Nike per la supremazia in Europa.

Solo ieri, la UEFA  ha annunciato i tre candidati da eleggere per il miglior giocatore in Europa UEFA  del 2015. Ill vincitore finale sarà annunciato il 27 agosto quando saranno formati i gruppi per la prossima edizione della Champions League. I nomi dei tre candidati sono Messi, Cristiano Ronaldo e Luis Suarez , due del Barcellona e uno il Real Madrid si troveranno a combattere per riprendere il controllo su un altro premio che li riconosce come miglior giocatore del momento.

E tuttavia, nel campo del marketing sportivo, c’è anche una forte controversia tra due delle più importanti aziende del mondo sportivo come di solito accade in questo tipo di elezione: lotta tra Adidas e Nike dove però, almeno per il momento, è l’azienda americana a risultare in leggero vantaggio rispetto a quella tedesca.

Il premio “Best Player 2014 – 2015″ è un trofeo di nuova costituzione che è stato rilasciato nel 2011 sotto gli auspici proprio dell’ UEFA in collaborazione con l’ Europoean Sports Media, ESM. In questo modo, si può dire che il “Best Player 2014 – 2015″  è divenuto la versione 2.0 del Calciatore europeo dell’anno  e, in ultima analisi, un riconoscimento concesso dalla UEFA che dal punto di vista del marketing sportivo non è mai stato, come al solito in questi casi, senza polemiche.

Insomma, come spesso accade in concessione di tali premi, non è più di un riconoscimento conferito da un’organizzazione sponsorizzata da un marchio commerciale, Adidas , con chiari interessi perché i loro componenti sono eletti ogni anno. Questo genere di fatti dà luogo a situazioni come l’elezione dell’ultimo MVP della passata finale del Brasile Coppa del Mondo 2014, un torneo organizzato dalla FIFA, che è anche responsabile per la concessione di questo premio e, come la UEFA, sponsorizzata anch’essa dall’Adidas.

Così, sin dalla sua istituzione nel 2011, i quattro vincitori fino ad oggi, tre sono ambasciatori di Nike, grande rivale adidas, mentre il marchio tedesco è stato solo in grado di entrare nella storia del torneo con un solo giocatore, precisamente nell’anno del debutto ufficiale della stessa.
Così, solo Leo Messi  nel 2011 è salito alla parte superiore del cassetto di adidas a questo premio. Andres Iniesta nel 2012, Franck Ribery nel 2013 e Cristiano Ronaldo nel 2014  hanno dato la possibilità alla Nike per conquistare il premio della UEFA.

In questa stagione, sembra che l’Adidas , con due dei tre rappresentanti in gioco (Luis Suarez e Leo Messi)  avrà la possibilità di sconfiggere la Nike. Nel caso in cui a vincere il “Best Player 2014 – 2015″ fosse Cristiano Ronaldo, per l’Adidas sarebbe una sconfitta troppo pesante da digerire e le strategie di marketing future per conquistare ulteriore potere in Europa andrebbe cambiate completamente.