lapo elkann italia independent juventus
Lapo Elkann (Insidefoto)

C’è l’agenzia di comunicazione Independent Ideas di Lapo Elkann (una società fondata con Alberto Fusignani nel 2007) dietro la comunicazione della campagna abbonamenti della Juventus che sta facendo discutere i tifosi di tutta Italia e non solo.

La società è quotata in borsa al listino AIM (Alternative Investment Market) Italia – il mercato alternativo del capitale di Borsa Italiana per la quotazione delle PMI – sin dal 2013. Fa parte del gruppo Italia Independent (la capogruppo la controlla al 75%), lo stesso che – i tifosi forse li ricorderanno – si è in parte specializzato negli occhiali: quelli indossati lo scorso anno dai giocatori juventini durante la festa scudetto.

Dopo che nelle scorse ore su twitter la società spagnola del Badajoz aveva fatto notare l’utilizzo di una immagine molto simile a quella di una vecchia locandina della squadra, i creativi sono corsi ai ripari con un comunicato che spiega la genesi della campagna e rimandando al mittente le accuse di plagio.

“Per la nostra campagna abbonamenti di Juventus FC 2014/2015 quindi un anno fa la nostra agenzia propose l’idea di ritrarre una tifosa juventina esultante, decorata con un body painting bianconero. Il titolo che accompagnava l’immagine e spiegava il concetto era “Puro Godimento”.

Una volta ideata la campagna trovammo diversi riferimenti fotografici su un popolare sito web di immagini di repertorio a cui siamo abbonati da anni.

L’immagine, come altre disponibili, era ed è tutt’ora disponibile su tale sito web (Shuttershock, n.d.r.) per chiunque volesse acquistarla.

Alcune settimane fa per la nuova campagna abbonamenti 2015/2016 Juventus Fc ci ha dato l’autorizzazione a produrre l’idea in oggetto, eseguita peraltro con uno scatto fotografico ex novo”. (In effetti le immagini possono sembrare identiche al colpo d’occhio ma stante l’utilizzo della stessa modella, hanno piccole differenze n.d.r.)

“La campagna – prosegue il comunicato – è stata poi pubblicata a partire dal 16 giugno 2015, senza sapere che il Badajoz, team calcistico della Terza divisione spagnola, il 25 maggio 2015 avesse appena utilizzato un’immagine simile, accessibile sulla stessa bacheca immagini pubblica sopra citata, per una sua comunicazione.

Questi sono i rischi del mestiere, soprattutto quando si hanno gli stessi colori. E’ quindi evidente che nè Juventus, nè Independent Ideas hanno commesso alcun plagio, come imprudentemente riportato da alcune rinomate testate giornalistiche”.

Nessun plagio quindi, solo un disinvolto utilizzo delle collezioni di immagini di Shuttershock, certamente molto utilizzate ma non particolarmente originali per chi in fondo deve fare un servizio al club italiano più titolato e con il più alto fatturato e che vanta una clientela di primissimo livello tra cui spiccano marchi tra i più conosciuti del mercato nazionale.

2 COMMENTI

  1. da quando gli elkann e aagnelli sono intorno alla Juventus, il club ha perso 300 milioni di di ricavi rispetto i principali club d’europa, ha costruito uno stadios emplicemente ridicolo rispetto gli investimenti che si stanno facendo e si faranno nell’elite del calcio europeo e non solo e ha sprecato un mare di risorse incredibili ipervalutando spesso l’acquisto di giocatori soprattutto del campionato italiano. Una gestione idnegna, basata su un sistema clientelare che coivolge tutti i settori e le componentid ella società, e su disorganizzazione capillare, incompetenza, totale mancanza di lungimiranza e di coordinamento e di strutture all’altezza. Questa è la Juventus degli eredi elkann e agnelli che non ptorebbero essere a capo di nessun altro grande club europeo

  2. Alessandro credo che il tuo commento sia piuttosto fuoriluogo, e soprattutto nega l’evidenza, che abbiano fatto una cavolata con la campagna abbonamenti siamo d’accordo, ma dire che A.Agnelli abbia fatto perdere milioni di ricavi è veramente assurdo. fino al 2006 la situazione della juventus dal punto di vista economico era ai vertici europei, la serie b ha distrutto tutto e ha imposto l’obbligo di ricominciare da capo. La gestione Blanc/Cobolli gigli è stata imbarazzante, ma se vai a vedere i numeri, non le chiacchiere che fai tu, di quando AA ha preso la presidenza e i numeri attuali, ti accorgi da solo delle inesattezze, forse faziose, che hai scritto. saluti.