Il Napoli di Sarri. La musica è cambiata. Niente più tweet di de Laurentiis per annunciare la conclusione di una trattativa. Maurizio Sarri ha firmato il contratto che lo lega al Napoli per una stagione (ingaggio vicino a un milione e 400 mila euro, compresi gli eventuali bonus), ma il presidente ha lasciato che l’annuncio dell’accordo venisse dal profilo twitter della società e non da quello suo personale.

Il tecnico toscano è in vacanza per almeno una settimana durante la quale rimarrà sicuramente in contatto con De Laurentiis ed anche con Cristiano Giuntoli, il nuovo direttore sportivo designato che nei prossimi giorni firmerà a sua volta il contratto e che, in realtà, sta già lavorando per la sua nuova società.

Durante i ripetuti colloqui che Sarri ha avuto con il presidente, prima a Napoli e poi a Roma nella sede della Filmauro, sono stati già stabiliti i primi impegni che il Napoli dovrà prendere sul mercato per soddisfare le esigenze evidenziate dal nuovo tecnico.

Sono almeno quattro i giocatori che entro breve tempo potrebbero accasarsi con il Napoli: Reina, Allan ed i due empolesi Valdifiori ed Hysaj, espressamente richiesti, questi ultimi due proprio da Sarri.

Reina ed Allan sarebbero invece obiettivi individuati dal presidente il quale, in attesa che Giuntoli entri effettivamente in servizio, ha tenuto e sta tenendo i contatti con il portiere spagnolo: tornerebbe a Napoli con un ingaggio di 2,2 milioni all’anno, dopo la deludente stagione vissuta a Monaco di Baviera all’ombra di Neuer e con il giovane brasiliano dell’Udinese, attraverso il procuratore ed il presidente Pozzo.

Riguardo ad Higuain, al momento non ci sono novità e difficilmente si saprà qualcosa fino a quando il Pipita sarà impegnato con la Nazionale in Coppa America. Le richieste non mancheranno, ma non è detto che l’argentino debba lasciare Napoli, anche perché con una clausola rescissoria vicina ai cento milioni di euro, non sono molte le società in grado di affrontare la trattativa. Dopo la breve vacanza, Sarri prenderà possesso del suo nuovo ufficio a Castel Volturno.

L’allenatore toscano porterà con sè uno staff di quattro persone: il suo secondo, Francesco Calzona, il preparatore atletico, Francesco Sinatti, il tattico, Simone Bonomi (ex giocatore del Napoli) ed un preparatore dei portieri di sua stretta fiducia del quale ancora non è chiaro l’identikit.

A quanto pare Sarri, contrariamente a quanto ha fatto nelle due ultime stagioni Rafa Benitez, che alloggiava nell’albergo di Castel Volturno contiguo al centro tecnico, ha deciso di vivere in città. Uno dei primi impegni che l’allenatore dovrà affrontare, insieme con la moglie, sarà dunque proprio quello di trovare casa.