Cresce l’attesa per la finale di Champions League tra Barcellona e Juventus. Ma dietro questo avvenimento sportivo si celano enormi interessi, attuali e futuri. Ad esempio, la gara indetta da Mediaset per quanto riguarda la scelta dell’agenzia pubblicitaria che svilupperà, a partire dalla fine di agosto, la campagna per la nuova offerta della pay tv, legata all’esclusiva delle partite della prossima stagione della vecchia Coppa dei Campioni.

La “battaglia” per aggiudicarsi l’incarico è alle battute finali, e tutte le 5 aziende coinvolte sono tutt’ora in ballo. Queste 5 sigle implicate nel pitch sono: Young&Rubicam, Saatchi&Saatchi, Leo Brunett, Havas Worldwide Milan (coloro che hanno firmato le ultime comunicazioni dell’operatore) e stv DDB. Quest’ultima, domani sera, in occasione della finale di Champions League, che verrà trasmessa anche dall’emittente Mediaset Canale 5, metterà in onda – è possibile credere in logica oneshot – uno spot i cui contenuti son ovviamente top secret.

Questa sarà certamente solo una goccia nel mare riguardo la “guerra” commerciale e pubblicitaria che l’operatore sta per far scoppiare, forte dei diritti acquisiti mesi fa, per rubare il più alto numero di  clienti al principale loro competitor: Sky. Mediaset infatti, con un investimento pari a circa 700 milioni di euro, (utilizzati per godere dell’esclusiva sulla massima competizione europea), dovrà riuscire con ogni mezzo a scalzare un’azienda Sky per l’appunto, che da tempo ormai ha monopolizzato il mondo televisivo.