stadio As Roma

Stadio As Roma. Seppur simbolicamente, lo stadio della Roma comincia a prendere forma. Perché, oltre alla comparsa delle prime trivelle a Tor Di Valle, che dovranno indagare sulle condizioni sismiche e sulla composizione del sottosuolo, l’altro passo, quello decisivo, è l’accordo raggiunto con la Lend Lease, società multinazionale con sede in Australia (e sedi sparse un po’ in tutto il mondo, anche a Milano) leader nel settore delle realizzazioni delle grandi opere.

Lo scrive nell’edizione di stamane la Gazzetta dello Sport. Lend Lease, scrive il noto quotidiano, è l’advisor scelto da James Pallotta e Parnasi per coordinare il progetto per il quale anche il Comune invocava un supervisore. Non a caso, i vertici della multinazionale coordineranno un incontro con tutti i tecnici coinvolti nella realizzazione dell’impianto (soggetti proponenti e della Giunta capitolina) forse addirittura in Campidoglio.

Stadio As Roma, difficile rispettare il termine del 15 giugno

Parnasi poi, sempre secondo la Gazzetta, potrebbe chiudere altri importanti accordi di partnership con alcuni investitori italiani e stranieri interessati a finanziare il business Park che accompagnerà la costruzione del nuovo stadio. Di recente, inoltre, il sindaco della Capitale Ignazio Marino ha sottolineato che il progetto esecutivo sarebbe arrivato entro e non oltre il 15 giugno. Tuttavia, pare piuttosto complicato rispettare il termine indicato da Marino. Possibile invece uno slittamento di qualche mese, nonostante l’ottimismo manifestato da Parnasi e dalla stessa società.

Intanto la Roma cerca di migliorare marketing e commerciale. Pallotta, in questo senso, potrebbe dare il ben servito a Sean Barror per qualche errore nella chiusura di alcune sponsorship non troppo remunerative per le casse della Roma e per il mancato arrivo di uno sponsor di maglia. Inoltre, il club giallorosso starebbe trattando con Nike termini di accordo migliori, facendo leva sulla disponibilità di assumersi maggiori rischi di magazzino legate alle scorte di maglie da vendere negli store.

 

2 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here