Real Madrid senza frontiere. E’ questo il suggestivo appellativo della riunione che ieri ha visto come protagonisti importanti personalità legate al club merengues. Emilio Butragueño,  Carlos C. Salinas (ambasciatore del club nelle Filippine), Fernando Suárez de Góngora (direttore generale di Fly Emirates in Spagna), Mariano López (direttore della rivista “Viajar”) e Mark Devai, numero uno del club dedicato al Real in Ungheria, sono infatti intervenuti per mostrare la dimensione globale di un club che si appresta a compiere 113 anni di età. Scanditi, tutti, da prestigiosi record, in campo e fuori.

450 milioni di tifosi nel mondo

Perchè se è vero che, al giorno d’oggi, le società di calcio hanno bisogno di nuovi mercati per migliorare prospettive ed orizzonti economici, i dati esposti da Emilio Butragueño, Direttore delle Relazioni Istituzionali della società, non lasciano troppo spazio a dubbi di alcun tipo: se la popolarità planetaria del club spagnolo è un dato di fatto, era difficile circoscrivere (e, dunque, definire) la portata dei nuovi canali nei quali l’ufficio marketing del club avrebbe potuto veicolare la forza del brand più famoso del calcio mondiale. Tuttavia, lo sconfinato bacino d’utenza avvolto dal fascino del club blancos è  un numero che spaventa e che non pone limiti al suo futuro. “Secondo i nostri studi-ha sottolineato Butragueñosi può dire che circa 450 milioni sono i fan del Real Madrid in tutto il mondo“. In poche parole,  secondo le cifre rivelate dall’ex bandiera della società oggi guidata da Florentino Perez, si può dire seccamente che il 6% della popolazione mondiale tifa o ha a cuore le sorti del Real. Un dato complessivo che, seppur non manchi di possedere quella tipica vena “virtuale” che, ovviamente, colorisce tutte le statistiche di questo genere, tuttavia, poggia, come vedremo, su basi solide.

I social network indice di popolarità

Uno degli indici più interessanti e veritieri della popolarità che un club può vantare a livello globale, i social network, sono, in questo senso, un efficacissimo strumento di analisi. La “massa” sociale individuata da Butragueno infatti, potrebbe davvero non essere utopia, anche perché, i numeri che il club genera  sul Web, in particolare sulle maggiori piattaforme sociali, sono lì a testimoniare quanto è grande la fama del club in tutto il mondo. Su Internet 173 milioni sono i tifosi dietro che ci seguono. Su Facebook 108 milioni; l’Indonesia è il leader con otto milioni. Su Twitter, seguono il Madrid con maggior passione la Colombia, il Messico e l’Indonesia“. Il sito ufficiale del club, invece, vede gli Usa, il primo dei “consumatori”, seguito poi Colombia, Messico, Indonesia e India: una vocazione internazionale caratterizzata da “traiettorie” solo in apparenza inaspettate. Perché con il calcio, è cambiato anche il “pubblico” di riferimento.

Anche i monaci buddisti seguono il Real

L’aneddoto di Mariano Lopez infatti, vale più di ogni numero o statistica: in Birmania, infatti, il direttore della nota rivista “Viajar”, si è imbattuto in un monastero buddista nel quale i monaci erano intenti ad assistere alla finale di Supercoppa di Spagna di questa estate. Strano o no, negli angoli più remoti del globo è arrivata la passione per gli storici colori merengues.