Bilancio Torino calcio 2016
Il presidente del Torino, Urbano Cairo (Insidefoto.com)

Chiuso il mercato di gennaio senza grandi colpi – Maxi Lopez escluso – il Torino ha ingranato un passo da prima della classe: 15 punti in 5 partite come la Juve. Eppure qualche settimana prima i tifosi granata contestavano il presidente Cairo: su Twitter spopolava l’hashtag #Cairobraccino, perché il patron non sembrava intenzionato a spendere sul mercato. “Lo prendo con il sorriso – ha detto Cairo al programma Mediaset Tiki Taka – ma non dice la verità. Ho investito quasi 40 milioni in due anni: ho incassato 24 e speso 22, l’anno scorso incassato 15 e speso 16″.

“La realtà – sostiene Cairo – è che il Toro fattura 60 milioni e la Juve ne fattura 300. Sono convinto che anche i tifosi sanno che non sono ‘braccino’, loro vanno sempre rispettati perché senza di loro il calcio non esisterebbe, sono la parte pulsante della società”. Il presidente del Torino è tornato anche sul progetto di ricostruzione dello stadio Filadelfia: “Lo ricostruiremo in due anni – ha promesso Cairo -, stiamo vagliando cinque offerte pervenuteci per ricreare il Filadelfia, presto ci sarà la prima pietra. Sarà lo stadio dell’allenamento e delle partita della Primavera“.