Experience Champions League Store-L’Organo di governo del calcio europeo, la Uefa, ha firmato un importante accordo di licenza con Marka, azienda attiva nel settore delle vendite al dettaglio e dell’hospitality, grazie al quale avverrà il lancio del primo negozio Champions League a tema entro la fine dell’anno. L’azienda lavorerà a stretto contatto con la Uefa per creare una vastissima rete di concept store in tutto il Medio OrienteIl primo, che sarà aperto a maggio, sarà a Yas Marina, l’isola artificiale che ospita l’annuale gara di Formula Uno di Abu Dhabi e il parco a tema Ferrari World. Così come creare nuove opportunità di vendita al dettaglio, l’Experience Uefa Champions League sarà caratterizzato da un museo e un ristorante, dunque dotato di attività capaci di attirare e intrattenere gli appassionati.

L’Experience Champions League Store nelle parole delle parti

I visitatori avranno anche la possibilità di guardare le partite della competizione continentale in un ambiente concepito come un vero e proprio stadio e capace di replicare l’atmosfera della Champions League. GuyLaurent Epstein, direttore marketing di UEFA Events, ha manifestato grande entusiasmo per l’iniziativa: Siamo molto lieti di annunciare questo nuovo concetto, dove per la prima volta in Medio Oriente, i fan saranno in grado di raccogliere e godere il meglio di ciò che la Champions League rappresenta. Siamo lieti di offrire ai nostri fan questo entusiasmante, concetto innovativo e siamo ansiosi di lanciare il primo di molti negozi in associazione con Marka.
Il Vice-presidente di Marka Khaled Almheiri ha poi aggiunto: La UEFA Champions League è la competizione per club più popolare del mondo e gode di un seguito di culto in tutto il Medio Oriente. L’esperienza della Uefa Champions League sarà la meta ideale per tutti gli appassionati di calcio a venire a godere il meglio del calcio europeo e le loro squadre preferite sotto un unico tetto. Marka è lieta di collaborare con la UEFA per portare l’esperienza della Champions League, prima negli Emirati Arabi Uniti e poi per tutta la regione“.
Fabio Colosimo