Al Jazeera – Il settore audiovisivo spagnolo entrato nel mirino del colossotelevisivo del Qatar,  Al Jazeera. I responsabili di questa azienda internazionale hanno messo gli occhi sulla Spagna e sembra che faranno un’importante offerta per i due gioielli della corona del settore: la licenza del DTT e i diritti del campionato di calcio.

Il potere economico del gruppo arabo è enorme e i suoi amministratori cercheranno di battere la concorrenza con la loro arma migliore: i petrodollari che ricevono dal loro emirato di origine. Fonti del settore informate dicono che Al Jazeera stia tentando di sbarcare in Spagna e in America Latina da più di un decennio, tuttavia una diversa politica glielo ha impedito almeno fino a ora. L’anno scorso la TV araba ha partecipato all’asta per acquistare la Digital Plus e, anche se Telefónica ha vinto la trattativa, ha reso chiaro la sua intenzione di entrare nel settore nel breve termine. Il 2015 sembra l’anno giusto per realizzare il suo scopo, dato che a breve verranno assegnate le cinque licenze per la trasmissione sul digitale terrestre, esattamente entro la fine dell’anno.

Anche se ci sono voci che sostengono che Al Jazeera non voglia entrare nel mercato televisivo aperto in Spagna, diverse aziende audiovisive danno per scontato che gli arabi lotteranno duramente per vincere questa gara. Questa vittoria le permetterebbe di creare il proprio servizio di informazione in lingua spagnola che potrebbe diffondere anche in Sud America. Per acquistare una delle cinque licenze del DTT annunciate dal Ministero dell’Industria, Al Jazeera dovrà misurarsi con le principali aziende televisive nazionali, in un concorso che coinvolge anche altre società di portata minore, come 13TV e presumibilmente entità che hanno già confessato il loro rilascio open interest, come il Real Madrid. Ci saranno anche alcune major americane, come Disney, Viacom e Discovery.

La gara per i diritti del calcio

Un altro fronte sul quale si presume sarà presente Al Jazeera è la nuova guerra del calcio. Nei prossimi mesi, il governo approverà il nuovo quadro normativo che disciplina la concessione dei diritti televisivi per la Liga, che cambierà completamente lo scenario attuale. Finora i club si sono occupati dei singoli operatori, ma a partire dalla stagione 2016-2017 sarà la LFP a vendere ad una società un pacchetto con tutte le squadre etutte le partite di campionato. Al Jazeera ha i diritti televisivi del campionato francese e dovrebbe fare un’offerta anche per quello spagnolo. L’interesse nel calcio europeo  della famiglia reale del Qatar è fuor di dubbio. Un esempio è la sponsorizzazione della maglia del FC Barcellona che ha visto protagonista la Fondazione del Qatar, che ha comportato una spesa di 170 milioni di euro per 5 anni opure la proprietà del Paris Saint-Germain da parte di Nasser Al-Ghanem Khelaifi. Al Jazeera e le sue controllate (come Bein) hanno anche i diritti in paesi come la Gran Bretagna e l’Italia.

Non c’è dubbio che questo 2015 sarà l’anno chiave per soddisfatte le richieste di espansione di Al Jazeera nel mercato spagnolo. In Spagna, le opportunità che si presentano nei settori del DTT e del calcio sono molto succose e sembra che per ora vi sia nessun concorrente ch’è possa competere con la società del Qatar. Almeno in termini di forza economica.

Alberto Lattuada