blackburn

Blackburn Rovers-Il club inglese Balckburn Rovers sta vivendo un momento travagliatissimo della sua storia, tanto che i debiti hanno toccato quota 79.8 milioni di sterline: una notizia che ha fatto da eco al divieto imposto recentemente dalla Uefa alla società che, da qui a giugno, non potrà rinforzare la rosa attraverso il mercato dei trasferimenti.

L’embargo al mercato imposto al Blackburn

L’indebitamento finanziario netto per i Blackburn Rovers è salito di circa 25 milioni di sterline, e cioè è passato da 54.5 milioni di sterline della passata stagione alla cifra sottolineata poc’anzi, 79,8 milioni.  Come detto, il club è finito sotto la lente d’ingrandimento dell’UEFA, tanto da subire un vero e proprio “embargo” alla campagna trasferimenti da gennaio a giugno (seppur con alcune eccezioni). Le regole in materia finanziaria della Football League Association sono chiare: in base alle norme vigenti infatti, i club sono autorizzati a perdere operativamente un massimo di 6 milioni di sterline (3 milioni di perdite più 3 milioni di sterline legate ad investimenti dei soci, per la stagione in corso), tuttavia i Rovers hanno abbondantemente superato la cifra, registrando perdite per ben 42,1 milioni.

La ditta indiana Venky di proprietà della famiglia Rao ha acquistato il club per 43 milioni nel 2010 che oggi annaspa in seconda divisione, dopo la retrocessione dalla Premier League nella stagione 2011-12. I proprietari sanno che stiamo cambiando un sacco di cose intorno alla squadra“, ha detto l’amministratore delegato Derek Shaw a BBC Radio Lancashire. Siamo venuti giù con una squadra di Premier Leagueabbiamo perso molti soldi e non siamo stati in grado di tagliare il personale. Abbiamo un sacco di lavoro. Potremmo vendere asset, ma i nostri proprietari non vogliamo vendere i beni. I nostri proprietari vogliono ottenere una promozione“.

Per il Blackburn cresce il fatturato

Per la stagione 2015-16, le perdite di un club di Championship non può superare  i 5 milioni di sterline, con un massimo di 3 milioni di sterline finanziato dagli azionisti del club. Ma c’è una buona notizia per la società del Lancashire: il fatturato è passato da 26,9 milioni di sterline  a 30,4 milioni mentre il costo del personale (salari di giocatori e staff tecnico) è diminuito di circa 2,1 milioni, da 36,6 a 34,5 milioni.

Fabio Colosimo

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here