Contributi finanziari – La FIFA ha annunciato i contributi finanziari una tantum che ogni federazioni affiliata, in totale sono 209, riceverà il prossimo anno.

L’organo di governo del calcio mondiale avrebbe stanziato 1,05 milioni di dollari, che si aggiungono ai 250.000 dollari di bonus già messi a disposizione; ciò significa che ogni federazione potrà beneficiare di contributi finanziari pari a 1,3 milioni di dollari una tantum per oltre 18 mesi a partire dal giugno di quest’anno.

Il disegno di legge complessivo relativo ai contributi finanziari avrà un valore totale di 271,7 milioni di dollari. In una lettera ai membri della FIFA, Jérôme Valcke, segretario generale, ha confermato che i membri della FIFA riceveranno un “bonus aggiuntivo” di 500.000 dollari,in relazione ai risultati finanziari finali relativo alla FIFA World Coppa 2014″. A questo si sarebbero aggiunti ai 300.000 dollari di contributi finanziari a coloro che parteciperanno alle Qualificazioni per i Mondiali 2018, a cui per la prima volta si è alluso durante la riunione del Comitato Esecutivo FIFA a Marrakech. “Di conseguenza e in sintesi“, ha detto Valcke. “Questo significa che nel 2015 ogni federazione avrà diritto a ricevere 1,05 milioni dollari. 250.000 per il programma 2015 di assistenza finanziaria (FAP), 500.000 come contributo finanziario una tantum e 300 mila dollari come supporto per la preparazione e la partecipazione alle qualificazioni per la Coppa del Mondo FIFA”.

I contributi finanziari non faranno danni al bilancio

La scala dei pagamenti, in un momento in cui i conti del passato hanno suggerito all’organo di governo che può essere pronto a oscillare in deficit, promette di rendere per il 2014 e 2015 una lettura interessante delle relazioni annuali della FIFA. Secondo un bilancio dettagliato per il 2014 le entrate l’entrate sono state pari a 1,08 miliardi di dollari e gli investimenti pari a 1,41 miliardi di dollari. In base a ciò che è accaduto nei primi tre anni del ciclo di Coppa del Mondo, le due figure, in realtà, saranno quasi certamente più elevate. Eppure il deficit bilancio, sulla base di questi numeri, sarà di 330 milioni dollari, che presumibilmente non tiene conto di questicontributi finanziari. Un ulteriore progetto FIFA per il triennio 2015-18 indica che il deficit ci potrebbe essere anche nel 2015 e nel 2016.

Con una riserva di circa 1,4 miliardi di dollari, la Fifa avrà la capacità di permettersi un periodo in cui le spese possano superare i ricavi. E’ anche possibile che la FIFA possa generare entrate sufficienti nel 2014 e nel 2015 per consentire di erogare questi contributi finanziari pur rimanendo in attivo. Tuttavia, con un singolo evento quadriennale – la Coppa del Mondo – che ancora rappresenta la stragrande maggioranza delle entrate della Fifa, il mantenimento di una riserva significativa è chiaramente desiderabile.

Alberto Lattuada 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here