L’ amministratore delegato del Bayern Monaco Karl Heinz Rummenigge ha rivelato che il club ha appena estinto il finanziamento acceso per finanziare la costruzione dell’Allianz Arena.

Il prestito necessario alla costruzione del modernissimo impianto sitauto alla periferia di Monaco era stato acceso nel 2005, alla vigilia dei campionati del Mondo del 2006, per un importo pari a 346 milioni di euro e avrebbe dovuto essere rimborsato in 25 anni (entro il 2030). Grazie alle risorse incassate la scorsa primavera da Allianz, che oltre a sponsorizzare l’impianto cui ha dato il nome, ha da poco sottoscritto un aumento di capitale del Bayern Monaco da 110 milioni, il club bavarese si è ritrovato in cassa le risorse necessarie ad estinguere il debito residuo con le banche.

Al contrario di altri grandi club, come il Real Madrid, che hanno dovuto far ricorso alla vendita di beni aziendali, in condizioni estremamente favorevoli fornite dal governo, per finanziare le proprie operazioni calcistiche, il Bayern Monaco è stato invece in grado di fare fronte ai propri impegni senza alcun aiuto da amministrazioni locali, statali o dal governo federale, mentre l’intera operazione è stata finanziata da privati.

Grazie all’estinzione del debito per la costruzione dello stadio il Bayerno Monaco risparmierà circa 13 milioni l’anno in termini di oneri finanziari, risorse che saranno utilizzate per investire ulteriormente nel club e nella squadra. Ciò è solo un altro indicatore di come sia ben gestito questo club, che del resto non è esattamente definibile avaro quando si tratta di acquisto di top player.

Alberto Lattuada

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here