Il Barcellona sostiene il referendum per l’indipendenza della Catalogna. Secondo l’emittente radiofonica RAC1, il club azulgrana ha espresso la propria posizione con una lettera inviata agli organizzatori della consultazione in programma il 9 novembre.

Il referendum è stato dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale, chiamata in causa dal primo ministro Mariano Rajoy. RAC1 riferisce che Josep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona, ha inviato una comunicazione agli organizzatori della consultazione manifestazione «il sostegno inequivocabile» della società. «Questo club -ha scritto il presidente- sarà sempre accanto alla nostra nazione. Sosteniamo il diritto all’autodeterminazione perché questo è un diritto fondamentale».

Nei giorni scorsi, il Barcellona era stato criticato dallo schieramento indipendentista perché avrebbe tenuto sinora una posizione a dir poco defilata. Martedì il presidente della Lega calcio (LFP), Javier Tebas, ha dichiarato che Barcellona e Espanyol, l’altro club della città, non potrebbero partecipare al campionato spagnolo se il referendum decretasse l’indipendenza catalana.

Dallo spogliatoio del Barcellona, sinora solo il difensore Gerard Pique sì è pronunciato apertamente a favore del ‘sì’. L’Espanyol, invece, non ha manifestato alcun orientamento.

Fabio Colosimo