Fly Emirates, l’attuale sponsor di maglia del Real Madrid, sta per chiudere l’affare con i Blancos per la ridenominazione dello storico stadio Santiago Bernabeu. Il Real Madrid negli ultimi mesi stava sondando le varie offerte pervenute con l’idea di finanziare le opere attraverso le quali si desiderava migliorare la struttura del Bernabeu parzialmente paralizzato dal TSJM, Tribunal Superior de Justicia di Madrid, dopo le rivendicazioni dell’associazione ecologista AEDENAT.

I lavori sono stati valutati dal presidente Florentino Perez intorno ai 400 / 500 milioni. Solo una parte di tale importo potrebbe essere finanziato dalla denominazione dello stadio, mentre il resto andrà a gonfiare il debito del Real Madrid, pari a 602 milioni di euro, talmente alto che il Real non ha ottenuto un finanziamento dalle banche, restie a concedere questo tipo di prestiti.

Il toto nome presenta tre opzioni papabili. Fly Emirates Santiago Bernabéu, Fly Emirates Bernabéu o Bernabéu Fly Emirates. Ora tocca all’assemblea del Real Madrid e a Florentino Perez l’importante compito di approvare lo storico cambio di nome.

Alberto Lattuada

PrecedenteFFP, Mourinho: “Via punti e titoli a chi viola le regole”
SuccessivoFiorentina, per il nuovo stadio al vaglio il ‘pubblico interesse’ del progetto
Alberto Lattuada è nato a Milano e da sempre è appassionato di calcio e finanza. Ha scritto per diversi siti specializzati nel mondo del calcio e del forex. Dal novembre 2013 dedica anima e corpo allo sviluppo e alla crescita del portale CalcioeFinanza.it