Una delle compagnie assicurative più prestigiose al mondo, la britannica Lloyd, ha condotto, in collaborazione con il CEBR (Centre for Economics and Business Research), uno studio molto particolare finalizzato alla stima dei costi assicurativi necessari a coprire le gambe dei giocatori delle 32 nazionali presenti a Brasile 2014.

Lo studio è stato effettuato tenendo conto di valori misurabili quali stipendio, proventi da sponsorizzazioni, valore mediatico e valore sportivo dei giocatori e sfruttando inoltre una serie di altri indicatori che hanno permesso la costruzione di un modello economico atto a stimare i ricavi maturati dai giocatori fino al pensionamento, consentendo quindi di ottenere i valori assicurabili per età del giocatore, posizione e paese in cui gioca.

In base ai risultati ottenuti, la Germania sarebbe la nazionale più costosa da assicurare, con un valore assicurabile stimato di 795 milioni di euro (34,5 milioni per giocatore), seguita dalla Spagna con 732 milioni di euro (31,5 milioni a giocatore); chiude il podio l’Inghilterra con 682 milioni (€ 29,6 milioni a giocatore). L’Italia trova spazio in questa particolare classifica solo al decimo posto, con un valore assicurabile di 245 milioni. Il valore complessivo assicurabile per le le 32 nazionali supera i 7.700 milioni di euro