fallimento Pisa serie B 21 squadre caos
Andrea Abodi (Insidefoto)

Il progetto B Italia, piattaforma per la valorizzazione territoriale è stato presentato oggi, mercoledì 2 aprile, a Siena, presso il complesso museale Santa Maria della Scala alla presenza del presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, del sindaco di Siena Bruno Valentini e del presidente dell’Ac Siena Massimo Mezzaroma.
La Serie B vuole promuovere un modo nuovo di vivere il calcio per portare sempre più appassionati allo stadio, responsabilizzandoli e legandoli ai tesori culturali, paesaggistici, ambientali ed enogastronomici dell’Italia. Unire grandi
potenzialità per creare ricchezza sociale e di conoscenza, saldando i rapporti tra calcio, territorio e rete produttiva. “Le infrastrutture, il marketing associativo e la territorialità sono tutti temi cari alla Lega” – ha detto il presidente Abodi a Calcio&Finanza – “Tutti questi temi rappresentano il nostro sistema integrato che purtroppo in Italia non c’è ancora o per lo meno è disarticolato. Noi vogliamo sì valorizzare la competizione sportiva, ma vogliamo anche andarle oltre”.

Gli obiettivi del progetto

L’obiettivo principale del progetto è la volontà di collegare il calcio alla nostra bellezza come ribadito da Andrea Abodi: “Fino ad ora il nostro sport si è spesso distinto per pagine non propriamente nobile, noi invece abbiamo il dovere di scriverne di positive e di renderlo appetibile ai nostri appassionati. Riavvicinare la gente al calcio dipende da noi. Dipende dalla qualità dei nostri impianti, dalla qualità dei nostri comportamenti, non soltanto sportivi, e dipende da quante cose positive riusciamo a collegare con il calcio”.
Gli obiettivi comuni, poi, della Lega B con i suoi 22 club si possono articolare nei seguenti punti:

a. Accelerare la maturazione e la crescita qualitativa del sistema associativo di Lega

b. Rinsaldare i rapporti tra sistema-calcio, tessuto territoriale e rete produttiva

c. Promuovere le eccellenze dei territori e il loro confronto, collegandole con i Club

d. Incentivare il turismo sportivo finalizzato a una nuova concezione di trasferta

e. Collegare offerta turistica territoriale, con le sue buone ragioni, e Campionato

Già a partire dalla prossima presentazione del calendario del Campionato, che avverrà nella prima settimana di agosto, la Serie B andrà a disegnare un vero e proprio Giro d’Italia che consentirà di visualizzare, in parallelo al programma sportivo, varie informazioni relative a ogni singola partita come, ad esempio, le distanze chilometriche, le  tempistiche e la stima di costo per modalità di trasporto, la scheda delle città che si incontreranno, le bellezze ambientali/paesaggistiche ed eventi collegati.
Oltre alla territorialità tra gli obiettivi del progetto B Italia c’è l’educazione allo sport e alle regole, con un modulo che è già stato avviato, Socialità e Territorio Un giorno per la nostra Città. Tutti i Club, insieme alla Lega, dedicano un giorno al mese (lo stesso) alla propria città con iniziative dedicate al bambino; lo scorso 24 febbraio, alla terza età, il 31 marzo, ai diversamente abili (il 29 aprile) e al decoro urbano (20 maggio).
Ci sarà anche la promozione nelle scuole elementari e medie inferiori delle regole del gioco del calcio e delle norme sportive, con la collaborazione di allenatori e arbitri. Il presidente Abodi non si ferma qui e propone anche la promozione delle buone pratiche ambientali e dei patrimoni naturali attraverso progetti ed iniziative che avvicinino il calcio, le infrastrutture, i tesserati e i tifosi, a queste.

L’implementazione digitale

Una piattaforma digitale dedicata a B Italia consentirà l’implementazione e lo sviluppo di un sito e una app, all’interno dell’architettura tecnologica della Lega Serie B, a disposizione degli utenti italiani e stranieri che il progetto ha l’ambizione di “accompagnare” in giro per le nostre città e i nostri territori. B Italia sarà anche una “striscia” televisiva settimanale e produrrà mini spot e  billboard che saranno utilizzati in chiave promozionale e informativa tutti i canali audiovisivi – locali, nazionali e internazionali – che veicolano contenuti sportivi della “B”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here