L’incontro è avvenuto. Il sindaco Massimo Zedda e gli emissari americani intenzionati ad investire nel progetto Sant’Elia si sono incontrati nella città sarda a fine mattinata. Il futuro dello stadio e di conseguenza del Cagliari Calcio, si sta dunque delineando, una discussione positiva e proficua, come definita dall’amministrazione comunale, che darà gli spunti necessari per ulteriori approfondimenti tecnici. Altri incontri, con rappresentanti di altri gruppi interessati a investire a Sant’Elia, si sono già svolti e altri si svolgeranno.
La strada a stelle e strisce sembra essere stata, quindi, imboccata e il Comune ha tenuto a specificare che la ricerca del futuro e possibile  proprietario del Cagliari non finisce di certo qui.

Il comunicato del Comune di Cagliari

“Nel corso del confronto odierno il sindaco Massimo Zedda ha avuto modo di spiegare agli interlocutori le linee guida che il Comune ha tracciato per la struttura. L’incontro è stato anche l’occasione per illustrare gli interventi che il Comune sta effettuando in tutto il quartiere, ad iniziare dal nuovo lungomare e dal porticciolo per la piccola pesca: un passaggio importante perché il nuovo stadio sarà parte integrante di un contesto moderno e vivibile tutti i giorni dell’anno”, questo il comunicato ufficiale emesso dalla città sarda. Sembrerebbe proprio che da parte dei rappresentanti del gruppo americano ci sia la disponibilità alla predisposizione di un progetto più dettagliato, da condividere prima della presentazione con i diversi assessorati del Comune. Dal Medio Oriente agli States il destino del Cagliari sembra stia proprio prendendo connotati diversi da quelli di Massimo Cellino.