De-LaurentiisConiugare risultati sportivi con l’autosufficienza dal punto di vista finanziario. Finora il Napoli di Aurelio De Laurentiis è riuscito a raggiungere l’obiettivo che ancora sfugge altri importanti club italiani, come Milan, Juventus e Inter. Sebbene l’unico trofeo vinto finora dal club partnenopeo sia stata la Coppa Italia 2011/2012 è altrettanto vero che la società, rilevata dal fallimento dal patron della FilmAuro ormai quasi 10 anni fa, non ha mai chiuso un bilancio in perdita e che anche nella stagione 2012/2013, in cui non ha potuto contare sugli introiti della Champions, il Napoli ha chiuso il bilancio con un utile di circa 8 milioni.

Ma tutto questo non sembra ancora bastare a De Laurentiis. Per i prossimi anni l’obiettivo del management della società azzurra è quello di collocare la squadra stabilmente nell’elite del calcio europeo che conta, senza abbandonare però quell’equilibrio tra costi e ricavi che è stata la vera forza del club in questi anni.

“Proseguiremo con la stessa convinzione il nostro percorso in Europa League, ponendo le basi per rivivere al più presto un’altra bellissima avventura in Champions”, ha affermato il presidente del Napoli nel messaggio di Natale inviato ai tifosi azzurri attraverso il sito internet della società.

“Se la società, Benitez e i calciatori sono l’anima del nostro Napoli”, ha aggiunto il patron azzurro, “voi tifosi siete il cuore. Quel cuore che ci spinge ad andare sempre oltre grazie al battito infinito della vostra passione. Lo straordinario spettacolo che ha regalato il San Paolo nelle magiche notti della Champions sono state un esempio dell’amore che sa offrire Napoli a chi veste con onore la nostra maglia”.

“Il nostro nuovo ciclo e’ appena iniziato”, ha sottolineato De Laurentiis, “abbiamo intrapreso un cammino che ci porterà sempre più lontano, per collocarci stabilmente negli anni nell’elite del calcio che conta, in una dimensione solida e duratura che questa società e questa città meritano. La parola d’ordine del Napoli è crescere”.

“Cari amici”, ha concluso il presidente, “il prossimo anno festeggeremo il nostro decimo anniversario insieme, 10 anni che vivono in me con l’identica emozione del primo giorno. Vi ringrazio per tutto ciò che avete saputo trasmettermi in questo decennio che, grazie a voi, ha donato alla mia vita tanta gioia e valori umani straordinari. Sinceri auguri per un Natale da trascorrere felicemente con le vostre famiglie e un 2014 sempre più azzurro”. 

PrecedenteAgnelli: “Fra tre anni la Juve sarà finanziariamente autosufficiente”
SuccessivoIrlanda, la Football Association (FAI) risolve il suo debito legato allo stadio di Dublino