Stemma Monaco

Il Monaco sarà costretto a pagare la cosiddetta ‘tassa super’ sugli stipendi ai propri giocatori dopo che l’Assemblea Nazionale francese ha votato per includere le squadre della Ligue 1 nel regime fiscale del paese.
L’Assemblea ha così posto fine all’esenzione del club dalla tassa, anche se il principato di Monaco è regolato da leggi fiscali diverse da quelle del resto del paese. Il 75 % della ‘tassa super’ si applica a coloro che guadagnano più di 1 milione di euro all’anno in Francia.
Secondo l’ agenzia di stampa Reuters Annick Girardin, l’autore dell’emendamento, ha detto che la tassa sarebbe stata “ritirato dal campionato francese per conto dello Stato”, in quanto le autorità francesi non sono in grado di riscuotere l’IVA dal club direttamente, anche se gioca in Ligue 1.

Il bomber monegasco esulta
Il bomber monegasco esulta

La nuova tassa introdotta sotto la presidenza di Francois Hollande del Partito socialista francese si è rivelata molto controversa. Diversi top club che giocano nel campionato francese, tra cui la big Paris Saint – Germain, si sono lamentate che le loro fatture fiscali potrebbero schizzare fino a 20 milioni all’anno; con la tassa che potrebbe essere ridotta al cinque per cento del fatturato di una società, club del calibro del PSG potrebbero soffrire di più dello stesso Monaco.
Il mese scorso l’Unione dei club professionistici francesi aveva proprio indetto uno sciopero come segno di protesta contro la tassa.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here