Secondo il quotidiano L’ Equipe il Parlamento francese avrebbe adottato un emendamento per la cosiddetta tassa nazionale, chiamata ‘Buffet’, sulle trasmissioni sportive che includerà anche gli eventi che si svolgeranno in parte nel paese transalpino. Inserita nella legge finanziaria francese implementata nel 2000, l’imposta ‘buffet’ impone che il cinque per cento dei ricavi dalla vendita dei diritti di trasmissione per gli eventi sportivi o per i concorsi organizzati dagli enti che operano in Francia devono essere indirizzati al Centro nazionale per lo sviluppo dello sport (CNDS); gli eventi sportivi organizzati da enti con sede fuori dal territorio francese fino ad ora erano stati esenti da tale tassa, anche se parti della manifestazione venivano svolte in Francia.

19_Editing_for_France_Television

Tuttavia la nuova tassa “Buffet” verrà anche riscossa dalle emittenti francesi che si occuperanno della copertura di eventi come il Sei Nazioni di rugby oppure la Uefa Champions League, dato che entrambe disputeranno gare in territorio transalpino. L’emendamento significa che le emittenti dovranno pagare una tassa del cinque per cento sulla parte superiore delle loro tasse per i diritti alla CNDS al fine di mostrare i tornei internazionali che si svolgono in parte in Francia, considerando che le organizzazioni sportive francesi e le associazioni continueranno a contribuire al cinque per cento delle loro entrate per i diritti degli eventi sportivi nazionali alla CNDS. La modifica della “Buffet” entrerà in vigore per tutte i diritti concordati dopo il 1 gennaio 2014.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here