SHARE
offerte gara in chiaro Serie B

Serie B 19 squadre – La Serie B a 19 squadre, senza alcun ripescaggio? L’ipotesi può diventare realtà. Dopo un iniziale no alla richiesta della Serie B, la Figc avrebbe infatti aperto alla possibilità di chiudere completamente i ripescaggi per la serie cadetta, come richiesto dalla Lega.

Il 3 agosto, spiega la Gazzetta, il commissario della Figc Fabbricini aveva spiegato che «le disposizioni federali non consentono il mutamento del format del campionato da 22 a 20 squadre dalla corrente stagione sportiva». Ora però Fabbricini sarebbe più possibilista, anche su spinta del Coni che avrebbe trovato uno spiraglio giuridico tra le Norme organizzative interne della Figc.

Una accelerazione importante, tanto che ieri si attendeva già il comunicato della Figc, posticipato probabilmente a oggi. La Serie B ha già messo le date sul calendario, con sorteggio dei calendari lunedì o martedì e avvio della stagione il 24 agosto. Ma serve l’ok della Federcalcio.

La Figc si muove su una questione molto scivolosa, e i ricorsi sono dietro l’angolo, in particolar modo da parte di chi ha presentato una domanda di ripescaggio in B (Catania, Novara, Siena, Ternana, Pro Vercelli e Virtus Entella), tutt società pronte a lottare contro la Figc: oggi alle 15 annunceranno in una conferenza stampa congiunta le contromosse. Resta quindi aperto il tema del numero definitivo: se il ricorso venisse accolto, si corre il rischio di una Serie B in forte sovrannumero.

Le squadre di B fortemente a favore del blocco, quindi, ma i club in procinto di ripescaggi non ci stanno. «I fatti dicono che la B, con queste risorse, non può reggere 22 squadre. E non solo per le tre esclusioni di quest’anno. L’Assemblea in modo maturo ha votato compatta per questa strada. Non c’era altro modo per rendere il campionato sostenibile», ha spiegato Stefano Bonacini, proprietario del Carpi. Dall’altra parte, Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, ha attaccato: «Siamo alla follia pura, è incredibile. Qui scoppia la rivoluzione, stanno cambiando le regole dei campionato, e non capisco per quale motivo. Abbiamo il diritto di disputare la Serie B e non vogliamo essere penalizzati. Abbiamo sostenuto una preparazione mirata per la B. E adesso che fanno, ci cambiano le carte in tavola?».

7 COMMENTI

  1. Per me:
    – serie A 16 squadre (2 retrocessioni)
    – serie B 18 squadre (2 promozioni e 3 retrocessioni)
    – serie C 3 gironi da 16 squadre (3 promozioni e 6 retrocessioni)
    …e poi mi fermo qui.
    Questo sistema non è più sostenibile!

    • troppo poche, conta che così i diritti tv diminuiscono di molto…per me 18 in serie A, 20 in serie B e tre gironi da 18 in serie C (comprese le squadre B) sono sufficienti per ora…

      il vero problema però è che le squadre cosiddette “piccole” comandano il calcio perchè sono in tante, quando si vota hanno un alto peso %…e non sono disposti a riforme per migliorare la situazione…del resto l’italia fuori dal mondiale e i molti fallimenti nelle serie minori dimostrano che l’italia ha un problema strutturale, e che quindi bisogna riformare il calcio italiano…bisogna togliergli il potere, obbligarle a investire sui giovani ed eliminare tutto il marcio che c’è, facendo iscrivere solo quelle squadre che rispettano vincoli severi su patrimonio, business ecc…perchè è deleterio il fatto che queste piccole squadre comandino il calcio italiano e decidano loro cosa bisogna fare, purtroppo devono decidere i potenti e loro devono adeguarsi, perchè loro non sono in grado di trainare il movimento calcistico italiano…in poche parole in questi anni hanno avuto tanti diritti e pochi doveri, e questo ha portato allo schifo attuale

  2. Una vergogna, le norme sono norme non si dovrebbe cercare di raggirarle a piacimento di chi ha influenza e convenienza. La regola parla chiaro: le modifiche in termini numerici di squadre iscritte al campionato può essere attuata solo dalla stagione dell’anno successivo alla decisione in merito.

    • però o si prende una decisione drastica oppure viene fuori solo casino, dato che ogni squadra a cui non va bene cosa si decide ha il diritto di fare ricorso e far slittare tutto…non è possibile iniziare il campionato con ricorsi ancora da fare, quindi o togli la possibilità del ricorso e prendi una decisione, oppure devi accontentare tutti altrimenti chi è scontento non lo accetterà mai…e il miglior modo per accontentare tutti è non accontentare nessuno, quindi zero ripescaggi

      io concorderei con te però si rischia di falsare il campionato già dalla prima giornata (vedi la storia chievo e crotone, cose senza senso!)

    • non sta scritto da nessuna parte che bisogna ripescare chi non ha meritato la b….basterebbe dare la vittoria a tavolino ogni volta si gioca contro quelle escluse per fallimento

  3. Se hai fatto una preparazione mirata per la Serie B contando su un possibile ripescaggio e ti va male te la devi prendere solo con te stesso, non c’è scritto da nessuna parte che al 100% hai diritto alla B – altrimenti non ci sarebbero domande da 5 squadre per 3 posti. Poi, se la FIGC ha cambiato idea, una base giuridica ci sarà – non me lo vedo il Commissario Fabbricini fare cose alla leggera.

  4. il pallone E’ gonfio, in italia abbiamo gli stranieri piu’ scarsi d’europa pagati come fuoriclasse, infatti in europa non vinciamo da decenni. Vedremo in tv i prossimi europei e mondiali perche’ gli italiani giocano in lega pro e in serie d . Detto questo perche’ se i campionati spagnoli francesi inglesi e tedeschi sono a 20 squadre, in italia il campionato feve essere a 18?

LASCIA UNA RISPOSTA: