SHARE
modric evasione fiscale
Luka Modric (Foto Alterphotos / Insidefoto)

Perché il Real Madrid vuole denunciare l’Inter sul caso Modric? L’indiscrezione, riportata ieri dal Mundo, trova ampio spazio sui giornali italiani in edicola questa mattina.

Entro domani il centrocampista croato dovrebbe incontrare il presidente del Real, Florentino Perez, e stando quanto riportato dalla stampa dovrebbe chiedere la cessione al club nerazzurro.

Con l’avvicinarsi dell’ appuntamento il clima si sta surriscaldando. In Spagna annunciano che il club spagnolo è pronto a denunciare il comportamento del club nerazzurro davanti all’Uefa per una presunta violazione delle norme del Fair play finanziario.

Perché il Real Madrid vuole denunciare l’Inter – La newco targata Suning

Secondo quanto riportato da Repubblica, il Real Madrid teme la creazione da parte di Suning di una società terza che rileverebbe il cartellino del giocatore in modo da aggirare i paletti Uefa.

Secondo El Mundo, l’attenzione del Real Madrid sarebbe però soprattutto puntata sullo stipendio: un ingaggio che, stando al quotidiano spagnolo, potrebbe essere pagato da sponsorizzazioni da parte di società legate a Suning in Cina. Come, spiega El Mundo, nel caso del Psg, con i contratti in Qatar per Neymar e Mbappè.

L’Inter nega che sarà seguito questo schema di ingaggio. Al massimo viene presa in considerazione la possibilità che il croato possa disputare la parte finale dei quattro anni di contratto (10 milioni netti a stagione) con la maglia dello Jiangsu Suning a Nanchino.

Modric potrebbe far valere un accordo con la Casa Blanca che gli avrebbe consentito di liberarsi per chiamate da Usa e Cina, il Paese della proprietà nerazzurra.

Perché il Real Madrid vuole denunciare l’Inter – La pretattica dei blancos

Le voci spagnole a Milano vengono lette soprattutto come un modo per far pressioni in vista della riunione decisiva tra Perez e il croato. Tra Pinetina e Corso Vittorio Emanuele la parola più inflazionata è calma.

Aspettano che Modric manifesti davvero a Perez la voglia di cambiare maglia dando concretezza all’opera di convincimento portata avanti dai tre connazionali croati già in nerazzurro: Brozovic, Perisic e Vrsaljko. Un’ amicizia resa ancora più forte dall’ avventura vissuta con il Mondiale in Russia.

Il tentativo di persuasione è stato rafforzato dalla campagna acquisti estiva dell’ Inter, che presto dovrebbe regalarsi anche l’ ex laziale Keita: solito prestito con riscatto obbligato per convincere il Monaco, se Candreva non rivedrà le proprie resistenze a trasferirsi in Francia.

Ma prima dell’ assalto decisivo occorre aspettare la definizione della questione Modric. La formula sarà la stessa, per non uscire dai parametri Uefa: 15 milioni per il prestito, 25 per riscattarlo.

Il Real non è convinto e alza cortine fumogene prima del faccia a faccia. Anche pubblicando una foto del croato con la nuova maglia corallo da trasferta. Ma l’indice a Madrid è puntato sugli agenti di Modric, Lemic e Mijatovic, considerati responsabili di questa situazione. Un modo per mettere pressione all’elegantissimo centrocampista. Chissà se sarà capace di dribblare anche la marcatura di Florentino, con un lancio in direzione Milano.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA: