SHARE
Youth League, Mediaset Premium

Giocatori Youth League in Champions. La Youth League è il torneo che dal 2013 mette di fronte le formazioni under 19 dei club che giocano la più importante manifestazione europea: la Champions League. Per i giovani atleti che vi partecipano si tratta di un’esperienza importante, che permette loro di mettersi in mostra oltre i confini nazionali. Tuttavia, per quanto riguarda le società italiane, la cosiddetta “Champions dei giovani” non produce talenti.

Pellegrini (Insidefoto.com)

Dalla prima edizione a oggi sono 12 le formazioni giovanili del nostro Paese che vi hanno partecipato: 4 volte la Juventus, 3 la Roma, 2 il Napoli, poi una a testa Milan, Torino e Inter. E come riportato da “La Repubblica”, degli oltre 160 ragazzi scesi in campo, soltanto tre sono poi stati impiegati in Champions League: Bryan Cristante, che si è però dovuto trasferire al Benfica per poter giocare con continuità, salvo uscire dai radar del torneo negli ultimi due anni; il giovane Moise Kean, che con la Juve ha assaggiato per appena 6’ il torneo dei big nella scorsa stagione e infine Lorenzo Pellegrini, l’unico “superstite” nella Champions in corso, in cui ha fatto il suo debutto assoluto.

Pochi giocatori Youth League in Champions, ma anche in Serie A scarseggiano

Più in generale i nostri vivai “da Champions” – da tre stagioni la Youth League ha aperto le porte anche alle squadre vincitrici del campionato Primavera – non hanno offerto grandi rifornimenti al serbatoio del campionato italiano. Di quei ragazzi schierati nel torneo continentale under 19, soltanto 11 giocano oggi in serie A trovando spazio, anche se non sempre con continuità. E sono soprattutto milanisti, ossia i più vecchi partecipanti alla rassegna (il Milan giocò solo la prima edizione): Calabria, Petagna, Vido e Cristante. La Roma oltre a Pellegrini ha portato a questa serie A Sadiq, Tumminello e Verde, la Juve non solo Kean, ma pure Lirola e Romagna. Inter, Napoli e Torino nulla, anche se va considerato che i nerazzurri sono alla prima partecipazione e che i risultati della stagione in corso si potranno vedere nel prossimo futuro.

Bryan Cristante (Insidefoto.com)

Tuttavia le difficoltà nel lanciare i giovani della Youth League esistono anche per altre squadre. Ad esempio, dei cinque ragazzi che si sono aggiudicati la classifica cannonieri del torneo, nessuno ha mai segnato tra i big. E le star delle prime due edizioni Munir, Gaudino, El Ghazy ed Embolo, oggi guardano la Champions in tv.

LASCIA UNA RISPOSTA: