SHARE
maglia spagna mondiali 2018

Mentre l’Italia si lecca le ferite per non essere riuscita a superare la Svezia e a guadagnarsi l’acceso ai Mondiali 2018, in Spagna sono alle prese con ben altri problemi. A pochi giorni dalla presentazione delle maglie che saranno indossate nella competizione in Russia, non tutti gradiscono quella che vestiranno Morata e compagni.

Adidas, sponsor tecnico della Nazionale iberica, difficilmente lascia qualcosa al caso, ma in questo caso qualcosa sembra essere andato storto. Il brand tedesco ha infatti deciso di “decorare” la divisa a classica casacca “roja” a strisce del logo gialle, con tre diverse losanghe che l’attraversano verticalmente. E queste sono colorate di giallo, rosso e turchese.

I più attenti hanno collegato i tre colori alla bandiera della Seconda Repubblica, iniziata nel 1931 e conclusa dopo la guerra civile del 1939, conservata anche dal governo repubblicano rimasto in esilio fino alla morte di Francisco Franco del 1977. Da quel momento era poi cessata la dittatura in vigore.

In un periodo di grande fermento a livello politico in Spagna, alcuni membri del governo si sono schierati apertamente contro la divisa creata per i Mondiali. A confermarlo è il presidente della Federcalcio spagnola Juan Luis Larrea, ai microfoni di AS: “Abbiamo ricevuto critiche dall’alto. Non direttamente dal governo, ma sappiamo che non ami il disordine che si è creato, così come il fatto che non piaccia la maglia. Ma non è semplice risolvere questa situazione, perché sarà in commercio in tutta la Spagna. Forse potremmo continuare a usare il modello vecchio fino a che non sarà passata questa tempesta“.

Maglia Spagna Mondiali 2018 – Il pensiero di Adidas

Pensare a un dietrofront da parte di Adidas, soprattutto per motivi economici, appare comunque piuttosto difficile.

Una presa di posizione da parte del brand non è comunque tardata ad arrivare: L”Adidas e la RFEF precisano che il lancio della maglia della Spagna per i Mondiali in Russia 2018 è fuori da qualsiasi connatazione politica. L’Adidas lavora con la selezione spagnola da più di 30 anni, mettendo a disposizione i migliori materiali, con l’obiettivo di permettere il massimo rendimento degli atleti. In questo caso il modello rende omaggio a uno dei più famosi del passato, cioè quello utilizzato nella Coppa del Mondo 1994.

 

LASCIA UNA RISPOSTA: