SHARE
anticipi posticipi Serie A 2017-2018
(foto Insidefoto.com)

Una tv della Lega Calcio di serie A “non mi sembra un’ipotesi così impossibile: nel momento in cui non ci fossero offerte così vantaggiose per le squadre è un’opzione che va considerata, magari con qualche manager bravo che ti porta un progetto interessante”. A confermarlo è stato il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine della presentazione del Premio Cairo.

“Detto questo, Sky e Mediaset fanno un ottimo lavoro sul calcio”, ha aggiunto il numero uno granata. Secondo il quale, comunque,  esistono delle “possibilità per una tv della Lega, eventualmente. Perché no? Ci sono movimenti: ho incontrato anche chi si potrebbe candidare per una tv della Lega, ma non dipende da me”.

(Insidefoto.com)

Cairo ha commentato anche le critiche di Aurelio de Laurentiis nei confronti di Lega e Infront per l’assegnazione a Img dei diritti tv internazionali del campionato di Serie A. Parole che “mi sembrano perlomeno tardive: il calcio italiano purtroppo non è ancora ai livelli che meriterebbe, quelli di Spagna e Regno Unito, ma c’è stato un incremento significativo” negli importi per i diritti internazionali, il commento di Cairo. “Se mai si poteva criticare lo stallo nel quale ci trovavamo nei trienni precedenti, ma non condivido le grida di dolore”, le parole del numero uno granata.

Il presidente di RCS MediaGroup e del Torino, Urbano Cairo (Insidefoto.com)
Il presidente di RCS MediaGroup e del Torino, Urbano Cairo (Insidefoto.com)

Il presidente del Torino è poi intervenuto anche sulla situazione di La7, aprendo all’ipotesi di un programma sui Mondiali sulla rete. “Perché no? È una cosa che va valutata, con Salerno se ne è parlato, aspetto una proposta concreta. Io che l’Italia non sia qualificata non lo considero neppure, ha tutte le chance per potersi qualificare”.

LASCIA UNA RISPOSTA: