SHARE
charity stars incontro cristiano ronaldo asta

Cristiano Ronaldo ha acquistato quote in una delle più grandi agenzie digitali del Portogallo per creare un nuovo marchio e un veicolo per lanciare nuovi prodotti tecnologici.

CR7 è ora socio di maggioranza di Thing Pink. L’agenzia, guidata da Luis Parafita, è stata coinvolta in una serie di progetti di alto profilo nella penisola iberica.

Thing Pink è conosciuto come “un team multidisciplinare di pensatori, strateghi, progettisti, ingegneri, produttori, pirati e geek orgogliosi, che ridefiniscono esperienze digitali e ecosistemi”.

Il marchio Thing Pink ora verrà sostituito da “7EGEND”. Il team sta lavorando con la Craque di Madeira per lanciare il marchio.

Fonti spiegano che 7EGEND è più o meno la “continuazione” di Thing Pink, ma che continuerà a produrre i propri prodotti tecnologici stand-alone.

Thing Pink era in precedenza responsabile dell’installazione dell’intera componente digitale del nuovo museo CR7 a Funchal (sull’isola di Madeira) ed è noto per lo sviluppo di applicazioni per smartphone per McDonald’s, FNAC e del Porto.

Continua, così, la strategia di CR7 che sta diventando ormai sempre più un imprenditore legato al suo brand dopo essere stato negli anni un testimonial di importanti marche.

Marketing: Neymar sul podio, ma non è il calciatore più commercializzabile

Per capire questo tipo di scelte ci rifacciamo ad precedente articolo di Calcioefinanza.it in cui si spiegava a proposito dell’assenza di Messi e Ronaldo dalle primissime posizioni della classifica dei giocatori più commercializzabili:

Non sono più in classifica Messi e Ronaldo. La loro esclusione non significa scarso appeal ma semplicemente che i due sono considerati ormai prodotti “maturi” che difficilmente hanno ulteriori spazi per creare la propria immagine e legarla a nuovi brand.

Non è un caso, ad esempio, se ormai CR7 fa soprattutto notizia per i suoi investimenti e i brand che crea legati a se stesso più che per la sua appetibilità in termini di legame con nuove marche.

 

 

1 COMMENTO

  1. […] Il campione del Real Madrid Cristiano Ronaldo ha recentemente acquistato quote in Thing Pink, una delle più grandi agenzie digitali del Portogallo diventandone così socio di maggioranza, con questa operazione finanziaria la leggenda del calcio moderno vuole sostenere il lancio di un suo nuovo marchio il quale sarà impegnato nella diffusione su scala mondiale di nuovi prodotti tecnologici. Con questa manovra finanziaria il campione del Real Madrid dimostra di aver compreso le potenzialità del mondo digital, acquisendo un team di professionisti che operano in diversi settori per creare delle valide esperienze digitali e degli ecosistemi (Thing Pink ha sviluppato in passato app per aziende prestigiose tra cui McDonald’s, FNAC ma anche per il Porto) dopo l’acquisizione il nome dell’agenzia passa da Thing Pink a 7egend, senza però mutare la sua mission che si traduce nella produzione di propri prodotti tecnologici stand-alone. L’agenzia portoghese collaborava già con il calciatore visto che provvedeva a gestire l’installazione della componente digitale del museo CR7 a Funchal. Per il lancio del marchio 7egend, il team sta lavorando con la Craque di Madeira. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di http://www.calcioefinanza.it/2017/08/25/cr7-cristiano-ronaldo-brand-7egend/. […]

LASCIA UNA RISPOSTA: