SHARE
nuovo presidente nottingham forest

Il Nottingham Forest è stato acquistato dal magnate delle spedizioni portuali greco Evangelos Marinakis dopo che la sua acquisizione è stata approvata dalla Lega inglese di calcio (EFL).

L’imprenditore e proprietario di Olympiakos sta fronteggiando accuse di correzione di partite in Grecia, ma hanno superato il test “fit and proper” che viene riservato ai proprietari e direttori di EFL.

Il buyout di Marinakis porta a a termine il regno di cinque anni di Fawaz Al Hasawi incaricato del club di campionato. Si tratta per altro della seconda acquisizione dell’anno a Nottingham visto che l’altra squadra della città, il County, che milita in League Two, ha cambiato proprietà (passando ad un imprenditore locale) tra gennaio e febbraio.

Una precedente offerta da parte di un consorzio statunitense era caduta nel mese di gennaio.

In un’intervista esclusiva con BBC Sport, Marinakis ha affermato che le accuse in cui è coinvolto sono state inventate da oppositori “gelosi” di “distruggere” il suo successo con i campioni greci dell’Olympiakos. Marinakis nega tutte le rivendicazioni e non ha affrontato alcuna accusa e spiega: “Non ho niente da temere e da preoccuparmi perché non ho fatto nulla di male”.

L’EFL ha approvato l’accordo dopo aver esaminato il piano aziendale presentato dal greco, non ravvedendo alcun motivo per squalificare i potenziali proprietari. L’EFL ha inoltre chiesto alla Uefa di avere le sue opinioni sulla proprietà di Marinakis di Olympiakos e ha ricevuto una risposta positiva.

 

I due volte campioni d’Europa, quindi, avranno un nuovo presidente.

Il neo presidente ha poi presentato un vero e proprio manifesto.

Un piano economico in cinque punti (tra virgolette le parole esatte usate da Marinakis in una intervista alla BBC).

  • Ritorno alla “stabilità” per un club con “potenziale enorme” che “appartiene all’élite della Premier League”
  • Nessuna promessa ai fan solo per essere amato, ogni passaggio sarà trasparente e a parlare saranno i fatti
  • Conferma di Mark Warburton nel ruolo di direttore generale del club con impegno a sostenerlo nel mercato trasferimenti nel rispetto delle regole della EFL (che adotta il Fair play finanziario europeo in forma integrale)
  • Creazione di un “organo consultivo dei fan” che elegga un rappresentante autorizzato a partecipare alle riunioni del consiglio d’amministrazione
  • Ridurre i prezzi dei biglietti per premiare la lealtà dei fan

LASCIA UNA RISPOSTA: