SHARE
facebook twitter snapchat mondiali
Coppa del Mondo (Insidefoto)

Il sogno di un mondiale Nord-Americano prende sempre più piede e vista la potenza di una candidatura che mette insieme tre Paesi come USA, Canada e Messico non è da escludere che la FIFA decida di assegnare l’organizzazione del torneo con una certa velocità. La candidatura a-tre è stata presentata ufficialmente e con una lettera inviata al vertice del football mondiale un mesetto fa le Federazioni hanno chiesto alla Fifa di accelerare nel processo di assegnazione, magari evitando la vera e propria gara tra Federazioni. Da ieri il disegno nordamericano si è fatto più concreto in virtù dell’appoggio incondizionato dell’Oceania che ha deliberato il suo sostegno al Nord America.

Quello della confederazione regionale più piccola del mondo del mondo del calcio è un sostegno importante perché toglie dallo scenario un possibile contendente per USA, Canada e Messico. Con la UEFA che ha in agenda i mondiali in Russia nel 2018 e l’Asia che si godrà il torneo invernale nel 2022 a potersi candidare per il 2026, infatti, restano solo Americhe, Africa e, appunto, Oceania.

Senza Australia&co tra i piedi la richiesta avanzata dal Nord America compatto di non andare a gara si fa via via più realizzabile: è quasi impossibile che il Sud possa voler dar fastidio ai vicini (sempre più vicini) di casa ed è difficile che l’Africa possa andare allo scontro e presentare una candidatura altrettanto politicamente forte come quella di USA, Canada e Messico – gruppetto con due paesi su tre membri del G7, non poco.

Mondiale 2026 USA Canada Messico, i tempi

Le discussioni partiranno con il Congresso FIFA in agenda l’11 maggio in Bahrain e le tre federazioni interessate puntano ad avere risposte certe asap. Nella loro lettera si parla del 2018 come data finale per l’assegnazione, ma dati i divieti per UEFA e Asia è probabile che già tra un paio di settimane si arrivi ad un passo dall’assegnazione. Sarebbe l’ennesima svolta storica: dopo il mondiale giocato in inverno nel 2022, sarebbe la prima volta in cui a organizzare la competizione sono ben tre federazioni.

LASCIA UNA RISPOSTA: