SHARE
giro maglia ciclamino
Gianni Bugno con la maglia ciclamino - Fonte: Giro d'Italia

Il Giro d’Italia torna all’antico e rispolvera la gloriosa maglia ciclamino che sarà indossata tappa dopo tappa dal leader della classifica a punti. La sorpresa annunciata qualche settimana fa in relazione alle maglie della corsa rosa è stata svelata: la maglia della Classifica a punti del Giro d’Italia – edizione 100 – torna all’antico e torna ad essere Ciclamino, colore che l’ha contraddistinta dal 1970 al 2009. Segafredo Zanetti, produttore di caffè espresso in Italia e nel Mondo, ne sarà lo sponsor. Lo comunica il Giro in una nota.

La classifica a punti nella storia del Giro d’Italia precede quella a tempi: nelle prime 5 edizioni (1909-1913) il vincitore finale fu determinato in base alla classifica a punti, anche se all’epoca non c’erano maglie distintive per i leader.

giro maglia ciclamino
La maglia ciclamino per il Giro d’Italia 2017

L’istituzione della classifica a punti quale graduatoria a sé stante avvenne nel 1958; ci fu quindi una pausa fino al 1966, e dal 1967 il leader di questa classifica indossa una maglia distintiva. Negli anni 1967, 1968 e 1969 questa maglia era rossa (sponsor Dreher), quindi divenne ciclamino (sponsor Termozeta) fino al 2009. Dal 2010 il leader della classifica a punti ha indossato la maglia rossa.

Giro maglia ciclamino, alcuni primati

Appaiati in testa alla graduatoria di maggior vittorie finali nella classifica a punti ci sono i due grandi rivali degli anni ’70-’80: Francesco Moser e Giuseppe Saronni, con quattro Maglie Ciclamino ciascuno. Seguono a quota 3 Mario Cipollini, Roger de Vlaeminck e Johan van der Velde. Moser e Saronni, tra l’altro, sono gli unici ad aver conquistato tre classifiche a punti consecutive: Moser negli anni 1976-1978 e Saronni nei tre successivi (1979-1981).

giro maglia ciclamino
La maglia ciclamino per il Giro d’Italia 2017

Gli atleti italiani hanno vinto 33 delle 52 classifiche a punti nella storia del Giro. La seconda nazione più vincente è il Belgio, a quota 5 (3 per Roger de Vlaeminck e 2 per Eddy Merckx). L’atleta che vanta il maggior intervallo tra la prima e l’ultima vittoria nella classifica a punti è Mario Cipollini: 10 anni. Cipollini vinse per la prima volta nel 1992, una pausa di quattro anni prima della seconda vittoria (1997), quindi altri quattro anni d’attesa per il terzo successo (2002).

L’accoppiata classifica generale/classifica a punti è riuscita a Gianni Motta (1966), Eddy Merckx (1968 e 1973), Giuseppe Saronni (1979 e 1983), Gianni Bugno (1990), Tony Rominger (1995), Gilberto Simoni (2003), Danilo Di Luca (2007), Denis Menchov (2009) e Michele Scarponi (2011, a tavolino). Il più giovane atleta a vincere la classifica a punti fu Giuseppe Saronni nel 1979 a 21 anni e 257 giorni; mentre il più anziano è stato Mario Cipollini nel 2002 a 35 anni e 72 giorni.

Notizie correlate

LASCIA UNA RISPOSTA: