SHARE
nuovo stadio Empoli

Prosegue a ritmo spedito il percorso che potrà permettere all’Empoli di poter avere presto un nuovo stadio. Dopo l’incontro di qualche giorno fa, infatti, il club toscano potrà presentare il progetto definitivo entro il prossimo 1° agosto.

A confermarlo è anche l’amministratore delegato Francesco Ghelfi, le cui dichiarazioni sono state riportate da Il Tirreno: “Entro le vacanze di agosto il progetto sarà finalmente pronto. Ormai siamo alla stretta finale. I tecnici si sono presi due mesi di tempo e dovrebbero essere in grado di rispettare la scadenza. Da un’estate all’altra, insomma. Dodici mesi dopo la presentazione dell’idea, con tutte le polemiche che seguirono, la strada sembra in discesa. Nell’ultimo incontro, in particolare, è stata analizzata la possibilità di abbattere e ricostruire da zero anche la tribuna, ipotesi che sembra perdere consistenza“.

Ghelfi ci tiene inoltre a precisare di avere preso in esame diverse soluzioni per capire quale possa essere la migliore per il nuovo impianto: “Abbiamo voluto analizzare ogni possibile soluzione, ma alcune sono impraticabili e non solo perché comporterebbero un impegno economico ancora più pesante, ma anche e soprattutto perché rischiano di diventare anche fuori dalla nostra portata, cioé difficilmente gestibili. Vogliamo uno stadio vivo, non una cattedrale nel deserto. Dunque deve essere a misura della nostra realtà“.

Secondo l’analisi che è stata effettuata rifare la tribuna potrebbe prevedere un raddoppiamento dei costi, al momento previsti intorno ai 15 milioni. L’incremento è dovuto alla necessità di spostare il campo verso la Maratona e di conseguenza, rispetto al progetto originale, anche le nuove curve, che dovranno sorgere nelle immediate vicinanze delle due porte.

Questa soluzione renderebbe inoltre praticamente vani i lavori fatti recentemente all’interno degli spogliatoi. Solo la scorsa estate, inoltre è stato rifatto completamente il campo e sarebbe quindi quantomeno un peccato effettuare ulteriori modifiche.

Ghelfi ha comunque precisato che, al di là dell’investimento complessivo richiesto, diverse modifiche riguarderanno comunque anche la tribuna: “Ad ogni modo la tribuna sarà comunque interessata, e molto, dai lavori. Anche se scegliessimo di non rifarla è prevista una ristrutturazione importante, massiccia“. Le modifiche maggiori riguarderanno soprattutto il lato inferiore della struttura che arriverà direttamente a bordo campo (o almeno più vicina rispetto a ora) con una sorta di scivolo e ospiterà anche le panchine.

LASCIA UNA RISPOSTA: